Quante calorie ha un cucchiaino di zucchero?

Granuloso, saporito e capace di addolcire tutto ciò che è amaro, lo zucchero è un disaccaride costituito da una molecola di fruttosio e una molecola di glucosio.

Si ricava dalla canna da zucchero e dalla barbabietola da zucchero mediante un processo particolare di:

  • Estrazione 
  • Depurazione 
  • Concentrazione 
  • Raffinazione 
  • Cristallizzazione 

Devi sapere che durante il processo di raffinazione, vitamine e minerali sono sostanze che vengono eliminate ma lo zucchero per essere digerito ne ha bisogno. 

Come si fa allora? Dobbiamo attingere alle riserve disponibili e presenti nel nostro organismo. 

Questo processo digestivo crea conseguenze importanti come perdita di calcio e indebolimento di denti, ossa e scheletro. 

Il saccarosio ha dunque un effetto demineralizzante sul nostro organismo ma non solo, esso diminuisce anche l’efficacia dei globuli bianchi causando, inoltre, scompensi del sistema immunitario. Lo sapevi che lo zucchero influenza anche il metabolismo e il sistema nervoso creando talvolta dipendenza dalla sostanza, instabilità ed euforia?

Insomma, bisogna stare attenti.

Lo zucchero può essere inoltre altamente calorico.

Ma entriamo più nel dettaglio e cerchiamo di rispondere a questa domanda: quante calorie ha un cucchiaino di zucchero?

In un cucchiaino di zucchero ci sono 16 calorie.

Questi gli altri valori nutrizionali:

  • Grassi Saturi: 0 grammi
  • Grassi Monoinsaturi: 0 grammi
  • Grassi Polinsaturi: 0 grammi
  • Carboidrati: 4,2 grammi
  • Fibra: 0 grammi
  • Proteine: 0 grammi
  • Sale: 0 grammi
  • Colesterolo: 0 milligrammi
  • Potassio: 0 milligrammi

Un cucchiaino raso di zucchero, che corrisponde all’incirca a 3 grammi, apporta invece 12 calorie che equivalgono A 50,24 kjoule.

Ecco gli altri parametri nutrizionali:

  • Grassi Saturi: 0 grammi
  • Grassi Monoinsaturi: 0 grammi
  • Grassi Polinsaturi: 0 grammi
  • Carboidrati: 3 grammi
  • Fibra: 0 grammi
  • Proteine: 0 grammi
  • Sale: 0 grammi
  • Colesterolo: 0 milligrammi
  • Potassio: 0 milligrammi

Generalmente un cucchiaio di zucchero pesa all’incirca 7 grammi se parliamo di zucchero a velo, circa 13 grammi per lo zucchero di canna e all’incirca 12,5 grammi se parliamo di zucchero semolato.

In ogni caso, le indicazioni non possono essere precise perché il peso dipende anche dalla forma del cucchiaio, da quanto si riempie e dal tipo di zucchero che viene utilizzato.

Se vogliamo essere certosini, nel caso delle ricette culinarie si può prendere come unità di misura il cosiddetto tablespoon che letteralmente si traduce con ‘cucchiaio da tavola’ e che è uno strumento che corrisponde a 14,79 millilitri.

Si tratta di un’unità di misura della capacità che viene utilizzata anche per il peso di ingredienti polverosi.

Il peso dello zucchero è variabile e di conseguenza anche le calorie.

Per esempio, 100 grammi di zucchero apportano all’incirca 387 calorie.

Questi gli altri valori nutrizionali:

  • Grassi Polinsaturi: 0 grammi
  • Carboidrati: 99,98 grammi
  • Fibra: 0 grammi
  • Proteine: 0 grammi
  • Sale: 0 grammi
  • Colesterolo: 0 milligrammi
  • Potassio: 0 milligrammi

Entrando invece più nel dettaglio e volendo darti un’idea delle calorie che apportano anche due o più cucchiaini di zucchero, ti diciamo che se in un solo cucchiaino di zucchero ci sono 16 calorie, in due cucchiaini di zucchero ci sono 33 calorie.

Ecco invece tutti gli altri valori nutrizionali:

  • Grassi Saturi: 0 grammi
  • Grassi Monoinsaturi 0 grammi
  • Grassi Polinsaturi: 0 grammi
  • Carboidrati: 8,4 grammi
  • Fibra: 0 grammi
  • Proteine: 0 grammi
  • Sale 0 grammi
  • Colesterolo: 0 milligrammi
  • Potassio: 0 milligrammi

Lo zucchero non fa sempre bene, soprattutto se di esso se ne abusa e gli alimenti che consumiamo ogni giorno ne sono pieni, soprattutto dolciumi e caramelle.

Di forme diverse e dai gusti infiniti, queste ultime sono la leccornia preferita di adulti e bambini. 

Come ben saprai, anche le caramelle sono ricche di zuccheri che sebbene siano tra i piaceri più dolci della vita, sono anche croce della salute.

Sai che mangiare troppe caramelle non fa per nulla bene?

Si rischia infatti di ingerire una elevata quantità di zuccheri che possono provocare effetti collaterali di non poco conto come:

  • Pelle secca
  • Minzione frequente causata dal fatto che l’eccesso di zuccheri presenti nel sangue non favoriscono il regolare assorbimento dei fluidi da parte dei reni, pertanto, il corpo bilancia la concentrazione di glucosio nel sangue e la conseguenza è quella di avere lo stimolo di dover andare frequentemente in bagno
  • Visione sfocata che può essere causata dalla disidratazione dipendente dall’eccesso di zuccheri. Le cellule dell’occhio si tendono a deformare e la messa a fuoco diventerà sempre peggiore
  • Perdita di concentrazione, si verifica quando lo zucchero nel sangue è eccessivo e il cervello non riesce ad ottenere la giusta energia perché il glucosio non arriva come dovrebbe ad esso
  • Impotenza
  • Irritabilità, studi scientifici hanno dimostrato che ingerire grandi quantità di zucchero come quelle presenti per esempio anche nelle caramelle, se se ne fa un abuso eccessivo, possono provocare ansia, irritabilità e addirittura depressione: è tutta ‘colpa’ del glucosio.

Le caramelle sono un piacere a cui non vuoi rinunciare?

Puoi mangiarle ma senza esagerare: non si dovrebbero consumare più di 4-5 al giorno.

Considera sempre che un cucchiaino raso contiene mediamente 5/6 grammi di zucchero che corrispondono in media a 16 calorie. 

L’organizzazione Mondiale della Sanità ritiene che la razione giornaliera sufficiente per coprire il 5% dell’introito energetico giornaliero in un adulto deve corrispondere a 4-5 cucchiaini.

Lo zucchero che può essere bianco ma anche di canna, non è l’unico dolcificante: non sottovalutare la bontà anche del miele.

Sai quante calorie ci sono in un cucchiaino di miele?

Innanzitutto devi sapere che il miele rispetto allo zucchero ha un contenuto calorico più basso perché contiene una maggior quantità di acqua.

Ma attenzione! Se la prima affermazione è vera, altrettanto reale è che un cucchiaino di miele fornisce più carboidrati e calorie rispetto allo zucchero per via del maggior peso specifico (ci riferiamo a quello del miele).

Mediamente un cucchiaino di miele corrisponde a 7 grammi che equivalgono a circa 22,40 calorie, equiparate a 93,78 kjoule.

Ovviamente, il peso può variare anche in base alla tipologia del cucchiaino utilizzato come unità di misura.

Questi gli altri valori nutrizionali:

  • Grassi Polinsaturi: 0 grammi
  • Carboidrati: 5,74 grammi
  • Fibra: 0 grammi
  • Proteine: 0,01 grammi
  • Sale: 0 grammi
  • Colesterolo: 0 milligrammi
  • Potassio: 0 milligrammi

E della bontà del burro di arachidi, vogliamo invece parlarne?

Sicuramente il burro d’arachidi è il più buono tra i burri realizzati con la frutta secca ma è anche particolarmente calorico, quindi è bene non abusarne. 

Sapete quante calorie ha un cucchiaino di burro di arachidi?

Te lo diciamo subito: 8 grammi apportano 47 calorie.

Sebbene sia una crema particolarmente calorica, è comunque abbastanza equilibrata ed in grado di fornire al tuo organismo tutti i principali macronutrienti e cioè carboidrati, proteine e grassi.

Ricco di acido linoleico che contribuisce a mantenere i normali livelli di colesterolo del sangue, ha anche una buona dose di sali minerali e vitamine.

Insomma, come tutto, anche il burro d’arachidi si può consumare ma senza abusarne.

Esso è un’ottima fonte di aminoacidi, è ricco di proteine vegetali, protegge anche il cuore dalle malattie cardiovascolari e contrasta l’invecchiamento cellulare per via degli antiossidanti che in esso sono presenti.

Ritornando allo zucchero, ti sei mai chiesto che cosa succede se si mangia troppo zucchero? 

Ti diciamo subito che non è mai un bene per il nostro organismo abusare di questo nettare bianco perchè potrebbe reagire attraverso la manifestazione di sintomi piuttosto seri come:

  • Stanchezza cronica 
  • Pelle secca 
  • Pelle spenta 
  • Aumento di peso 
  • Glicemia alta 
  • Sbalzi d’umore 
  • Ipertensione 
  • Iperattività 
  • Difficoltà di concentrazione 
  • Vista sfocata

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda una dieta sana ed equilibrata con un consumo moderato di zuccheri: quelli semplici non dovrebbero superare il 15% dell’apporto energetico quotidiano mentre quelli complessi non dovrebbero essere superiori al 55% dell’apporto energetico quotidiano sufficiente per il nostro organismo.

Tra gli zuccheri o carboidrati semplici rientrano: fruttosio, saccarosio, glucosio e lattosio, solo per citarne alcuni.

Tra quelli complessi, invece: amido, glicogeno e fibra.

Come per ogni cosa, eccedere non va mai bene e lo stesso succede anche se si decide di consumare caramelle alla liquirizia.

Se si supera la dose raccomandata di 2 mg per kg di peso al giorno, si possono verificare alcuni sintomi come:

  • Ipertensione 
  • Nausea 
  • Mal di testa 
  • Disturbi alla vista 

La liquirizia contiene glicirrizina che ha un potere dolcificante superiore al saccarosio di ben 50 volte. Non è un toccasana per il potassio, può portare a pressione alta e anche ad aritmie.

Segui le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che stabilisce il limite massimo di 2 mg per kg di peso al giorno e così non avrai problemi.

Se consumare troppi zuccheri non va bene, nemmeno eccedere con il sale è un toccasana per l’organismo.

Sai che cosa può succedere se si mangia troppo salato?

Il cloruro di sodio in eccesso nell’alimentazione può generare un picco di pressione arteriosa e di conseguenza portare all’insorgere di malattie cardiovascolari, renali e dei vasi sanguigni.

Attenzione dunque a non eccedere con il sale: il nostro organismo necessita solo di una quantità minima di sodio che dovrebbe essere pari a 1500 mg ogni giorno.

Superare i 2300 mg di sodio al giorno non è per nulla positivo per il tuo organismo che potrebbe andare incontro a problemi piuttosto seri come quelli sopra elencati ma anche provocare gonfiore di viso, mani, piedi, caviglie e gonfiore addominale.


Fonti:

Lascia un commento