Perché i miei rododendri non hanno fiorito?

I rododendri sono piante ornamentali molto apprezzate.

Infatti formano un bel cespuglio fitto e producono bellissimi fiori colorati.

Ne esistono di tantissime varietà, sia spontanee che coltivate, e sono stati anche creati ibridi dai fiori spettacolari.

Alcuni coltivano i rododendri in giardino, a terra, altri invece in vaso.

A volte, però, nonostante le migliori cure e attenzioni i rododendri non fioriscono.

Quindi ci si chiede: Perché i miei rododendri non hanno fiorito?

Quante volte in un anno fiorisce il rododendro?

Di norma, il rododendro fiorisce una volta all’anno, in primavera.

I fiori spesso sbocciano a primavera inoltrata, a inizio maggio.

In autunno la pianta genera i nuovi boccioli di fiori, che però sbocceranno dopo vari mesi, cioè la primavera successiva.

È perciò fondamentale che la pianta non venga spostata, travasata o non subisca il cambio di terriccio quando ha già prodotto i nuovi boccioli (dall’autunno alla primavera successiva). 

Se questo avvenisse, la pianta potrebbe rimandare la fioritura di un anno.

Perché il rododendro non cresce?

Anche se esistono alcune specie di rododendro che raggiungono le dimensioni di un albero, in genere stiamo parlando di piante non molto grandi: sono cespugli di altezza compresa tra i 10 e i 100 centimetri.

Se però il rododendro non cresce mai e non raggiunge nemmeno le dimensioni minime, forse c’è qualche problema da risolvere.

Controllare che sia in una posizione ombreggiata al riparo dal vento (né sotto il sole diretto, né all’ombra completa).

I rododendri sono piante acidofile, quindi ci si deve assicurare che il terriccio in cui si piantano abbia ph acido, altrimenti procedere al rinvaso o al cambio della terra.

Se questi accorgimenti non danno risultati, valutare l’utilizzo di un fertilizzante o di un concime specifico.

Quanto dura la fioritura del rododendro?

in genere la fioritura del rododendro dura almeno un mese.

Se inizia a maggio, la fioritura prosegue poi anche a giugno e durante l’estate.

I rododendri di montagna fioriscono un po’ più tardi, verso la fine di giugno.

Dopo la fioritura, i fiori rimangono per almeno un mese prima di seccarsi.

Come sono le radici del rododendro?

Essendo un arbusto di dimensioni modeste, il rododendro non ha radici molto profonde.

Per questo la coltivazione di questa pianta è consigliata anche per chi non possiede un terreno o un orto.

Le radici di queste piante sono superficiali e non si inoltrano troppo nel terreno, quindi è possibile coltivare anche il rododendro in vaso.


Domande correlate

Come togliere fiori secchi al rododendro?

Per stimolare la produzione di nuovi fiori di rododendro, è consigliabile togliere quelli che si sono già seccati.

Non vanno usate cesoie e forbici, ma i fiori vanno staccati a mano dall’attaccatura, tirando leggermente.

In che periodo trapianto rododendro?

Il rododendo va trapiantano non appena è terminata la fioritura.

È importante non attendere troppo e non trapiantare la pianta in autunno, perché in questo periodo produrrà i nuovi boccioli per l’anno successivo.

Spostare o trapiantare una pianta che ha già prodotto i boccioli potrebbe creare degli scompensi e far saltare la fioritura anche per un intero anno.

In che mese fiorisce il rododendro?

Chi pianta rododendro in vaso o in giardino di solito lo vede fiorire a maggio.

I rododendri che crescono nel bosco o in montagna fioriscono un mese più tardi, a giugno (viste le temperature più basse).

Quando fiorisce il rododendro in vaso?

Il rododendro, anche quando coltivato in vaso, generalmente fiorisce in primavera inoltrata.

Quindi i fiori sulla pianta si aprono durante i mesi di maggio e giugno.

Come si mantiene il rododendro?

Molti giardinieri consigliano vari passaggi per mantenere un rododendro in buona salute.

Le cose da fare per avere un rododendro sano sono le seguenti:

  • Posizionarlo nel posto giusto, non sotto il sole diretto né completamente in ombra ma in una zona parzialmente ombreggiata e riparata da vento e freddo
  • Utilizzare un terreno a ph acido. Non innaffiare con acqua calcarea, altrimenti sarà necessario cambiare la terra regolarmente
  • Togliere fiori secchi e foglie secche a mano, senza usare altri strumenti da giardinaggio
  • Non usare troppo fertilizzante
  • Non potare le cime in autunno né in inverno, perché questo sarebbe il momento sbagliato e finirebbe per bloccare la successiva fioritura e germinazione
  • Proteggere la pianta da infestazioni di parassiti e da malattine fungine

Perché il rododendro fa le foglie gialle?

Quando il rododendro diventa un rododendro foglie gialle, sta lanciando un segnale: significa che sta male.

Le ragioni di questo malessere possono essere diverse.

Se è troppo esposto ai raggi diretti del sole o se non riceve abbastanza acqua, le foglie possono iniziare a seccarsi.

Potrebbe fare le foglie gialle anche perché il terreno in cui è stato posto non è adatto. I rododendri, infatti, non crescono bene in terreni alcalini (ricchi di calcio e calcare), ma preferiscono i terreni acidi.

Come proteggere il rododendro in inverno?

Il rododendro è un arbusto piuttosto rustico che cresce bene anche nelle valli di montagna.

Comunque, se esposto al vento freddo può soffrire.

Va quindi posizionato in una posizione riparata e ombreggiata (anche nelle altre stagioni).

D’inverno la pianta si può proteggere posizionando uno strato di foglie secche, corteccia o paglia alla base del tronco.

Come e quando si pota il rododendro?

Per non bloccare la fioritura, si dovrebbe evitare di potare il rododendro in autunno o a fine inverno (perché in questi periodi i boccioli dei nuovi fiori sono già in formazione).

Il momento ideale per la potatura quindi è subito dopo la fioritura.

I rami che risultano troppo lunghi vanno accorciati con un taglio netto, da eseguire all’altezza della prima gemma che appare più grande e sana.

Come concimare il rododendro?

Per i rododendri, si consiglia di usare un concime granulare a lento rilascio.

Il concime deve essere formulato appositamente per le piante acidofile, e va sparso tutt’intorno alla pianta, sul terreno.

L’effetto di questo tipo di concimazione dura fino a 4 mesi.

Quanto costa una pianta di rododendro?

Il costo di una pianta di rododendro varia molto in base all’età, alle dimensioni e alla tipologia.

In generale, il prezzo dei rododendri parte da 5-10 euro, ma arriva anche a più di 100 euro per le varietà più particolari e ricercate.

Di che colore è rododendro?

Le foglie di rododendro hanno un bel colore verde scuro.

I fiori di rododendro possono presentare divverse tonalità e sfumature, quali: magenta, bianco, rosa e rosso.

Alcune varietà di rododendro hanno fiori di due colori diversi.

Lascia un commento