Qual è la categoria di patogeni più numerosa responsabile della polmonite?

La polmonite è una delle infezioni più note e temute a cui possiamo andare incontro.

Tutti conosciamo qualcuno che abbia avuto almeno una volta la polmonite: sappiamo bene quanto sia insidiosa questa malattia e quanto tempo richieda per essere completamente risolta.

Si tratta di un’infezione dei polmoni, ben più seria della bronchite che, invece, colpisce i bronchi.

Oggi risponderemo a una domanda ben precisa: qual è la categoria di patogeni più numerosa responsabile della polmonite?

Quale è il batterio della polmonite?

Le polmoniti sono tante e sono molto diverse tra loro.

A determinare questa eterogeneità delle manifestazioni cliniche è proprio il fatto che possono essere molti i batteri che la causano.

Il batterio tipico, nonché quello più frequente, è lo streptococcus pneumoniae, comunemente chiamato pneumococco.

Altri batteri coinvolti nella polmonite possono essere:

  • Stafilococco aureo
  • Haemophilus influenzae
  • Mycoplasma Pleumoniae
  • Clamidia
  • Legionella pneumophila

Non dimentichiamoci che esistono anche delle polmoniti non batteriche

In questo caso sono coinvolti principalmente dei virus o dei miceti (funghi).

Quanti tipi di polmonite ci sono?

Le polmoniti non sono tutte uguali.

Esistono principalmente due tipi di polmoniti:

  • Polmoniti tipiche
  • Polmoniti atipiche

Le polmoniti tipiche sono forme alveolari: interessano cioè la struttura principale del polmone, gli alveoli.

Gli alveoli sono dei piccoli “sacchetti” che si riempiono d’aria quando respiriamo e permettono di scambiare l’ossigeno col sangue arterioso.

Le polmoniti alveolari colpiscono questa struttura e si caratterizzano per degli addensamenti polmonari. Sono la maggior parte delle forme batteriche.

Le polmoniti atipiche sono delle forme interstiziali: colpiscono il tessuto di sostegno che si trova tra gli alveoli.

Sono provocate da alcuni batteri particolari (come ad esempio il mycoplasma) ma per la maggior parte hanno una causa virale.

Quali microrganismi possono causare la polmonite?

La polmonite può essere causata da batteri, virus o miceti.

I principali batteri che causano la polmonite sono:

  • Pneumococco
  • Stafilococco aureo
  • Haemophilus influenzae
  • Mycoplasma Pleumoniae
  • Clamidia
  • Legionella pneumophila

Le polmoniti virali invece sono causate soprattutto da:

  • Rinovirus
  • Ortomixovirus (i virus dell’influenza)
  • Virus parainfluenzali 
  • Coronavirus (non necessariamente Sars-CoV-2)
  • Virus respiratorio sinciziale

Le polmoniti fungine colpiscono principalmente persone immunocompromesse, che hanno cioè un sistema immunitario compromesso (ad esempio pazienti affetti da AIDS).

Quale antibiotico per polmonite?

Gli antibiotici utilizzati nel trattamento della polmonite sono moltissimi. 

La scelta si basa molte volte sul riconoscimento del batterio alla base dell’infezione.

Solitamente si inizia con antibiotici ad ampio spettro, che hanno un’elevata probabilità di essere efficaci anche se non si conosce il batterio responsabile dell’infezione.

I più utilizzati sono:

  • Amoxicillina
  • Ampicillina
  • Cefuroxime

Quando la polmonite è atipica o interstiziale, essa non è causata dai batteri più comuni ma da alcuni batteri particolari.

In questo caso possono essere utilizzati gli antibiotici:

  • Eritromicina
  • Azitromicina
  • Claritromicina
  • Tetracicline
  • Rifampicina

Domande correlate

Come curare infezione polmonare?

La terapia delle polmoniti si basa sul tipo di patogeno che ha innescato l’infezione.

Nel caso delle polmoniti batteriche la terapia è antibiotica mentre le polmoniti virali spesso si risolvono autonomamente, grazie all’azione del sistema immunitario. Nelle infezioni virali più severe possono essere impiegati dei farmaci antivirali.

Come sfiammare polmoni?

Se le vie aeree sono infiammate senza che sia presente una polmonite, puoi risolvere l’infiammazione con l’aiuto di aerosol, suffumigi o l’assunzione di sostanze lenitive per l’apparato respiratorio.

Alcune di queste sono la menta, l’eucalipto, il tè verde, lo zenzero.

Che cos’è la polmonite acquisita in comunità?

Con il termine “polmonite acquisita in comunità” si intendono le infezioni polmonari contratte a casa o, comunque, non in ambiente ospedaliero.

Possono essere causate da diversi virus, funghi e batteri. Vengono distinte da quelle ospedaliere perché i patogeni che le causano sono diversi.

Quanto tempo occorre per guarire da una polmonite?

Dipende dalla gravità dell’infezione.

Nella maggior parte dei casi, con un adeguato trattamento, occorrono due o tre settimane prima che la tosse scompaia.

Per risolvere tutti i sintomi di polmonite possono essere necessari anche sei mesi.

Come si chiama il batterio della polmonite cruciverba?

Il batterio tipico della polmonite è lo pneumococco.

La polmonite può essere causata anche dallo streptococco, dallo stafilococco aureo e da batteri atipici, come il mycoplasma pneumoniae, la legionella, la klebsiella, il proteus e molti altri.

Come si fa a prendere la polmonite?

La via di trasmissione più frequente della polmonite è la via aerea.

Un individuo infetto emette (parlando, coi colpi di tosse, con gli starnuti) delle goccioline di saliva che contengono il patogeno e che possono essere inalate, causando una malattia.

Gli individui infetti possono anche essere asintomatici, se si trovano ancora in fase di incubazione.

Che cos’è una polmonite atipica?

Le polmoniti atipiche sono delle infezioni polmonari causate da patogeni diversi da quelli classici (su tutti lo pneumococco).

Molto spesso danno delle polmoniti interstiziali e possono essere più difficili da eradicare, in quanto necessitano di una terapia antibiotica mirata.

Come si prende il batterio della polmonite?

Un soggetto sano prende la polmonite tramite l’inalazione di piccole gocce di saliva provenienti da un soggetto malato o che sta incubando la malattia.

Più raramente, la trasmissione può avvenire attraverso il contatto con delle superfici infette.

Come capire se l’infezione è virale o batterica?

Generalmente, le polmoniti virali sono più lievi di quelle batteriche.

La polmonite batterica si caratterizza per una tosse molto produttiva e il muco emesso con la tosse tende ad essere giallastro.

Le polmoniti virali danno più spesso tosse secca, persistente, stizzosa.

Quali esami del sangue per polmonite?

In caso di polmonite, diversi valori degli esami del sangue possono essere alterati.

  • La PCR, che è un indice di infiammazione
  • La VES, altro indice di infiammazione
  • Leucocitosi, ovvero un aumento dei globuli bianchi oltre 10.000

Confermata la diagnosi, può essere necessario fare una coltura per identificare con precisione il patogeno e un antibiogramma per capire quali antibiotici sono efficaci nel trattare la polmonite.

Come capire se ce la polmonite?

I sintomi principali della polmonite sono:

  • Febbre alta
  • Tosse (secca oppure grassa)
  • Dispnea (fiato corto)
  • Malessere generale
  • Spossatezza

È necessaria una visita del medico curante per confermare il sospetto. La percussione e l’auscultazione dei polmoni aiutano a capire se ci sono consolidamenti polmonari, caratteristici delle polmoniti tipiche.

Come si riassorbe un versamento pleurico?

Per far riassorbire piccoli versamenti pleurici basta di norma l’osservazione e la terapia medica, qualora necessaria.

In caso di versamenti importanti, può rendersi necessaria l’evacuazione chirurgica del versamento.

Come capire se si ha una polmonite da Covid?

Le polmoniti da Covid hanno le stesse caratteristiche delle altre polmoniti virali.

Il soggetto avrà tosse secca, senso di difficoltà respiratoria, un peso sul petto, difficoltà a parlare e a prendere fiato.

Quasi sempre è presente anche la febbre, che non è detto superi i 38°. Quindi anche una febbricola deve allarmare.

Quale è l’esame che deve essere effettuato nel sospetto di una CAP?

L’esame più semplice da fare quando si sospetta una polmonite comunitaria è la radiografia del torace.

Questo esame mette in evidenza gli infiltrati polmonari, che possono riguardare sia il tessuto polmonare che l’interstizio. Questo conferma la diagnosi di CAP.

Quali sono i virus identificati come causa di CAP?

Molti sono i virus implicati nella genesi delle CAP.

Tra questi ricordiamo:

  • Rinovirus
  • Ortomixovirus (i virus dell’influenza)
  • Virus parainfluenzali 
  • Coronavirus (non necessariamente Sars-CoV-2)
  • Virus respiratorio sinciziale

Quali sono prevalentemente i virus identificati come causa di CAP?

I virus più frequentemente causa di CAP sono soprattutto i virus influenzali (ortomixovirus) e i virus parainfluenzali.

Talvolta possono essere causate anche dai rinovirus e dai coronavirus.

Come migliorare la salute dei polmoni?

La salute dei polmoni può essere implementata con varie strategie:

  • Astensione dal fumo (molto importante)
  • Esercizio fisico costante
  • Perdita di peso
  • Esercizi per la respirazione

Come curare una polmonite in modo naturale?

La polmonite non può essere curata in modo naturale. Essendo causata da virus, batteri o miceti, la polmonite richiede una terapia che elimini il microrganismo responsabile.

Puoi lenire i sintomi della polmonite in maniera naturale, usando rimedi come l’eucalipto, la menta, lo zenzero e la mirra.

Sono molto utili per lenire il tratto respiratorio superiore.

Come eliminare catarro dai bronchi in modo naturale?

Per il catarro fanno bene diverse sostanze, tra cui la menta, l’eucalipto, l’aloe, la propoli.

Ottime sono anche le bevande calde, soprattutto il té verde. Un valido aiuto può essere ottenuto aggiungendo il miele a questa bevande, il quale ha una potente azione lenitiva sulla muscolatura bronchiale.

Come si cura la polmonite batterica?

La polmonite batterica si cura con gli antibiotici.

Questi farmaci hanno il compito di eliminare i batteri. Non tutte le polmoniti sono sensibili a qualsiasi antibiotico: a volte occorre indagare su quale sia il patogeno responsabile per scegliere la terapia antibiotica più idonea.


Fonti:

Lascia un commento