Dove si mette l’orecchino negli uomini?

Le loro origini risalgono a oltre 7000 anni fa: dall’Asia all’antico Egitto, dalla Grecia all’Impero Romano, indossati da ricchi o da schiavi, a seconda della cultura, gli orecchini erano prerogativa quasi esclusivamente maschile.

Gusti, mode, esigenze e convenzioni si sono alternate nel corso dei secoli fino a oggi, quando gli orecchini da uomo sono considerati importanti accessori che esaltano e spesso caratterizzano la personalità di chi li indossa. C’è però una domanda ricorrente: dove si mette l’orecchino negli uomini? A destra, a sinistra o in entrambe le orecchie? La risposta sembra inequivocabile: de gustibus.

Dove deve mettere l’orecchino l’uomo?

Da un ritratto del 1660 di William Shakespeare fino ai giorni nostri, passando per l’usanza dei marinai inglesi dell’Ottocento, sembra proprio che il lobo destinato ad accogliere l’orecchino fosse quello sinistro.

Negli anni ‘80 diventa una specie di segno di riconoscimento dell’orientamento sessuale: gli eterosessuali lo indossavano a sinistra, mentre la maggior parte dei gay che indossava un orecchino, lo portava a destra. Oggi questa distinzione è ampiamente superata, anzi, molti uomini hanno entrambi i lobi forati.

Dove si fa il primo buco all’orecchio ai maschi?

Non c’è una distinzione per quello che riguarda i buchi per gli orecchini di uomini e donne: il primo foro si pratica solitamente sul lobo. Più frequente del doppio buco sullo stesso lobo è senz’altro il piercing sulla cartilagine.

Che significato ha l’orecchino?

Il più antico ritrovato apparteneva a un re sumero: l’orecchino era simbolo di potere, ricchezza e regalità. I marinai lo indossavano perché si credeva potesse migliorare la vista e chi aveva attraversato l’Equatore aveva il lobo trafitto. Oggi non ci sono grandi significati dietro il voler indossare un orecchino.

È considerato generalmente un ornamento, soprattutto per il mondo femminile, mentre ai ragazzi può servire anche per identificarsi con un determinato gruppo.

A quale orecchio si fa il buco?

La scelta dell’orecchio su cui indossare un orecchino oggi si fa esclusivamente in base al gusto personale. Sono ormai superati i vecchi stereotipi che vedevano il foro all’orecchio destro come segno di riconoscimento usato dagli omosessuali. Personaggi famosi appartenenti all’ambiente della musica pop, come George Michael, hanno anzi sdoganato l’uso degli orecchini in entrambi gli orecchi. 

Mi Sono Fatto L’Orecchino! – Pro & Contro da Uomo

Siamo nel Ventunesimo secolo e ancora non è stata raggiunta la parità tra i sessi per quanto riguarda la questione orecchini. Se per una donna l’orecchino è considerato un accessorio, un’arma di seduzione, per un uomo può ancora rappresentare un ostacolo, ad esempio nel mondo del lavoro o semplicemente può far emergere i pregiudizi delle persone.


Domande correlate

In quale orecchio si fanno il buco i maschi?

Oggi non c’è una regola ben precisa,  è stata sdoganata anche la pratica di indossare orecchini su entrambi gli orecchi. Nonostante questo, pare che uomini e ragazzi continuino a preferire il lobo dell’orecchio sinistro.

In che orecchio si fa il secondo buco?

In genere il secondo buco si fa sullo stesso orecchio dove è stato fatto il primo. A volte si può fare un secondo foro sul lobo, mentre più frequenti sono i buchi sull’elice, ossia la piega esterna dell’orecchio, o sul trago, cioè la piccola sporgenza di cartilagine del padiglione auricolare.

Cosa vuol dire l’orecchino con la croce?

La croce è un simbolo antico che precede di gran lunga l’avvento del cristianesimo, al quale è strettamente legata. Simbolo esoterico, mistico, religioso, ma anche semplice accessorio, gioiello. In questo caso non ha alcun significato sacro e oggi l’orecchino a croce è spesso simbolo di anticonformismo e ribellione.

Quanto si paga per fare l’orecchino?

Se fino a qualche decennio farsi in casa il buco all’orecchio sul lobo era quasi una regola, oggi tra farmacie e piercer autorizzati c’è solo l’imbarazzo della scelta per una foratura dell’orecchio in tutta sicurezza e nel rispetto delle norme igienico-sanitarie. I prezzi possono variare soprattutto a seconda del tipo di orecchino che si sceglierà, visto che è solitamente compreso nel costo. Il prezzo medio per un foro sul lobo si aggira comunque sui 20 euro.

Quanto tempo si deve tenere l’orecchino?

Una volta forato, sul lobo viene inserito il pre-orecchino che è opportuno tenere almeno 6 settimane.  Trascorso questo periodo di tempo, si può togliere e passare a orecchini per maschi o unisex post foro.

Che orecchino mettono all’inizio?

Subito dopo la foratura del lobo o della cartilagine, si mettono dei tipi di orecchini particolari, chiamati pre-orecchini. Devono essere ovviamente sterili e anallergici, quindi privi di nichel, e vanno indossati per parecchie settimane,  

Quanto costa forare le orecchie in farmacia?

Il prezzo praticato dalle farmacie per la foratura dell’orecchio, lobo o cartilagine che sia, seppur in genere contenuto, è piuttosto variabile. Spesso dipende anche dal tipo di orecchini che sono compresi nel prezzo. Solitamente si parte da un minimo di 10 euro fino a 50 euro.

Quanto si paga per fare i buchi alle orecchie?

Spesso l’importo che si paga per farsi fare i buchi alle orecchie è il semplice costo degli orecchini, visto che il foro può essere praticato gratuitamente. Per questo motivo il costo può variare da una decina di euro fino a 50 euro. Ovviamente il costo si dimezza nel caso di un unico foro e un solo orecchino.

Cosa fare dopo buco orecchio?

Dopo la foratura del lobo dell’orecchio è fondamentale prestare attenzione alle elementari norme igieniche affinché non si sviluppino infezioni. Foro e zona circostante devono essere disinfettati e le eventuali secrezioni vanno eliminate finché la ferità non si rimargina.

Come si mette l’orecchino a cerchio?

Tra i tanti tipi di orecchini maschili uno dei più gettonati è l’orecchino a cerchio. Indossarlo è estremamente semplice: una volta aperta la chiusura, si fa passare la parte sottile del gancio attraverso il foro del lobo e poi si richiude dalla parte opposta.

Quanti giorni tenere l’orecchino da farmacia?

L’orecchino della farmacia è detto pre-orecchino e va tenuto per circa 6 settimane. In questo periodo di tempo il lobo avrà la possibilità di cicatrizzarsi e guarire del tutto.

Quanto costa fare i buchi alle orecchie in gioielleria?

Il costo dei buchi alle orecchie in gioielleria varia soprattutto a seconda degli orecchini che si andranno a indossare. Ovviamente è soprattutto il tipo di materiale a fare la differenza, ma mediamente può andare dai 10 ai 50 euro.

Quanto costa forare i lobi?

Forare i lobi ha un costo trascurabile, spesso la foratura è gratis e si pagano soltanto i pre-orecchini. Il prezzo può variare dai 10 ai 50 euro in media ma, se si tratta un unico foro in un solo orecchio, il costo si dimezza.

Come si fa il buco all’orecchio?

Escludendo per ovvi motivi i metodi casalinghi (ago, spilla da balia) è importante che il buco all’orecchio sia fatto in ambiente sterile, osservando le più elementari norme igieniche e con lo strumento adatto, il foralobi. Tra i più pratici ci sono le pistole a molla, rapide e semplici da usare. 

Che significato ha l’orecchino con la croce?

Tra la vasta gamma di orecchini da uomo o unisex è molto frequente trovare l’orecchino con la croce. Al di là del significato religioso o sacro, indossare un orecchino del genere è anche simbolo di trasgressione, anticonformismo, ribellione.

Qual è il significato della croce?

Per la cultura occidentale, la croce rimanda subito alla religione cristiana, ma le origini di questo simbolo sono ben più antiche, addirittura alcune raffigurazioni a forma di croce risalgono all’Età della Pietra. Indossare un accessorio a forma di croce può rappresentare anche espressione di anticonformismo o ribellione.

Che significato ha la collana con la croce?

La collana con la croce può avere un doppio significato, religioso o assolutamente laico.  Da sempre la croce è associata  alla fede cristiana ma, nel corso del tempo, è diventata anche un semplice accessorio. E proprio questo uso al di fuori di ogni legame con la religiosità, che rende la croce un simbolo di trasgressione, provocazione, basti pensare alla frequente esibizioni di crocifissi da parte delle star della musica rock e pop.

Dove si fa di solito il secondo buco all’orecchio?

Se il primo buco è praticato nel lobo, come solitamente si usa fare, il secondo può essere praticato sia sulla cartilagine, sia appena sopra il primo foro. In questo caso viene detto upper lobe ed è meno doloroso rispetto a quello sulla cartilagine.

Quanto costa fare il secondo buco?

Per quello che riguarda il secondo buco all’orecchio vale la stessa prassi del primo: il costo varia in base al prezzo dell’orecchino, partendo da un minimo di 10 a 50 euro.

Quando si può fare il secondo buco all’orecchio?

Se il secondo buco viene praticato nella stessa parte dell’orecchio dove è stato fatto il primo, è opportuno aspettare le 6 settimane di rito affinché il foro si possa considerare “guarito”.

Lascia un commento