Come funziona EasyPark?

Nelle grandi città di parcheggi liberi a strisce bianche o con disco orario ce ne sono ormai veramente pochi.

Se non sono le strisce per i residenti, sono quelle blu del parcheggio a pagamento.

Tuttavia prima di trovare una colonnina puoi percorrere decine di metri.

Ma no, fermati!

Ci sono sistemi più veloci e pratici come EasyPark, che ti consente di fare tutto con lo smartphone e un’app.

E sai come funziona EasyPark?

Scopriamolo insieme.

Che cos’è EasyPark?

Si tratta di un servizio che ti consente di pagare il parcheggio direttamente dallo smartphone dopo aver scaricato l’apposita EasyPark app.

Paghi solo l’effettivo tempo di sosta in base alle tariffe stabilite dalle amministrazioni comunali.

In caso di necessità puoi prolungare la sosta senza dover tornare sul posto: fai tutto comodamente dal tuo smartphone.

Allo stesso modo puoi interrompere la permanenza se torni alla macchina in anticipo.

Tramite l’app puoi trovare le aree di sosta abilitate EasyPark, senza lo stress di girovagare alla ricerca di un parcheggio. Grazie al servizio Find&Park vieni guidato lungo il percorso migliore per trovare un posto libero in strada o in un garage.

Come si usa EasyPark?

Il concetto alla base di EasyPark è molto semplice: pagare il parcheggio con app al posto di usare le monetine o la carta di credito alla colonnina del parchimetro.

Puoi così gestire la sosta sulle strisce blu a pagamento e in strutture convenzionate in maniera del tutto digitalizzata.

Paghi solo il tempo effettivo della sosta, utilizzando l’app scaricata sul tuo smartphone.

Ecco come funziona EasyPark:

  • per prima cosa attivi la geolocalizzazione per trovare l’area di parcheggio EasyPark più vicina
  • ricevi un codice identificativo da digitare sull’app per parcheggio, insieme con la targa dell’autoveicolo
  • inserisci il tempo di inizio e di fine della sosta
  • il tempo di sosta può essere modificato, aumentandolo o accorciandolo a seconda delle tue necessità
  • per terminare la sosta devi premere l’apposito pulsante nella schermata principale dell’app
  • il pagamento viene formalizzato al termine della sosta, in base al tempo effettivamente trascorso

Tutorial EasyPark


Domande frequenti

Come si scarica l’app Easypark?

L’app è disponibile sia per i sistemi iOS che Android, scaricabile gratuitamente dai rispettivi store online.

Come mi registro a EasyPark?

Una volta scaricata l’app, il successivo è quello di registrare il servizio:

  • toccando il logo dell’app si va ad inserire il proprio numero di cellulare
  • si crea quindi un portafoglio virtuale che si può ricaricare con importi di 3, 10 o 25 euro alla volta
  • devi inoltre identificarti in anagrafe con il tuo nome e cognome, indirizzo di residenza, codice fiscale e indirizzo mail

Puoi effettuare la registrazione come privato o come azienda.

Se ti registri come azienda devi inserire anche la partita Iva e il codice destinatario del sistema SDI di Agenzia delle Entrate.

Riceverai la fattura in automatico per tutte le auto del parco macchine aziendale.

Come si paga con EasyPark?

L’addebito avviene sulla propria carta di credito (che puoi anche memorizzare) oppure sull’account PayPal.

Quando il credito sta per terminare puoi ricaricare il tuo portafoglio: l’app di offre di indicare il metodo di pagamento e i tagli da aggiungere al tuo credito per 3, 10 o 25 euro.

Puoi anche optare per la ricarica automatica dell’account, predefinendo l’importo da aggiungere al credito, quando questo sta per terminare.

Come faccio a identificarmi come cliente EasyPark?

Terminata la registrazione, prima di iniziare a utilizzare il servizio bisogna provvedere a stampare l’adesivo che attesta che sei utente EasyPark, da esporre in modo ben visibile sul cruscotto.

Poiché non hai fisicamente il tagliandino emesso dalle colonnine del parchimetro, questo è l’unico modo per evitarti “grane” e altre scocciature: gli ausiliari del traffico infatti riconosceranno il logo e potranno eventualmente procedere a controllare se la sosta è attiva inserendo nel loro computerino il codice della targa della tua auto.

L’adesivo si scarica dalla pagina web del sito EasyPark e lo puoi stampare come fai con qualsiasi documento scaricato da internet.

Puoi ottenerlo anche dall’app EasyPark da Altro > Impostazioni > Richiedi contrassegno. Nella schermata che visualizzi digitando questo link devi premere Invia.

Riceverai il file da stampare direttamente nella tua casella di posta elettronica che hai segnalato in anagrafica.

Quanto costa EasyPark per un utente privato?

La clientela privata può utilizzare EasyPark in due modi:

  • EasyPark Large (in abbonamento), che consente la sosta illimitata pagando un canone mensile fisso di 2,99 euro.
  • EasyPark Small, che si paga a consumo di volta in volta, con delle commissioni che si pagano in base all’area di sosta e alle tariffe comunali. Queste possono di 0,19 euro, 0,29 euro o 0,39 euro oppure pari al 15% della sosta. In alcuni comuni la commissione non è prevista.

Nei parcheggi sotterranei o nei garage convenzionati la commissione è sempre pari al 15% del costo della sosta fino a un massimo di 1,90 euro.

Altri servizi a pagamento possono essere attivati o disattivati volontariamente nella scheda Servizi Extra. Tali servizi includono:

  • l’SMS di promemoria che ti avvisa del fine sosta al costo di 0,10 euro/SMS
  • un report via email per le soste fatte nella giornata a 0,20 euro/invio

Infine puoi ricevere un SMS gratuito alla fine della sosta.

Quanto costa EasyPark per un’azienda?

EasyPark offre una serie di servizi dedicati alle aziende, che si possono attivare dalla pagina Business.

Sono previsti due piani di abbonamento:

  • la versione Pro, che è ideale per chi sosta meno di due volte a settimana. Ha un costo di 3,99 euro/mese per utente + 0,30 euro di commissione a sosta + 19,90 euro di registrazione una tantum
  • la versione Premium, che è proposta per chi sosta più di due volte a settimana e vuole risparmiare diverse ore al mese; il canone è di 5,99 euro/mese per utente + 19,90€ di registrazione.

Il piano aziendale invia direttamente al gestore le fatture elettroniche relative a ogni sosta, che possono essere integrate nella rata del leasing relativa al veicolo utilizzato.

È possibile anche gestire le auto concesse come benefit ai dipendenti, limitando le soste all’orario lavorativo e ai soli veicoli selezionati.

Come chiedere assistenza per EasyPark?

Sul sito si possono trovare numerose FAQ, ovvero domande e risposte su casi specifici, comprese le modalità per chiedere del supporto tecnico.

Qualora i dubbi non siano risolti ci si può rivolgere all’assistenza italiana di EasyPark.

Lascia un commento