Chi ha inventato il latte in polvere?

Il latte in polvere è l’invenzione della storia! Ha rivoluzionato la nutrizione della prima infanzia e non solo. Viene usato nei forni e nell’industria dolciaria. Ma chi ha inventato il latte in polvere?

Il marketing del latte in polvere per neonati ha da sempre messo in competizione le case farmaceutiche.

Come si produce il latte artificiale? Qual’è il miglior sostituto del latte materno?

Continua a leggere per saperne di più.

Domande frequenti

Ecco una lista di domande inerenti al latte in polvere a cui abbiamo risposto per te:

A cosa serve il latte in polvere?

Il latte in polvere è un latte artificiale derivato del latte vaccino. Può essere utilizzato dalle gestanti come sostituto del latte materno, per ammorbidire gli impasti in pasticceria, o come eccipiente di alcuni farmaci. 

Come si usa il latte in polvere?

Hai appena acquistato il tuo latte in polvere. Segui le indicazioni riportate in etichetta per un corretto utilizzo. Ecco qualche consiglio per la preparazione del latte in polvere:

  • metti la polvere di latte nel biberon, o in una bottiglietta con tappo;
  • aggiungi acqua calda (70 °C) nel dosaggio indicato;
  • mescola energeticamente;
  • lascia raffreddare.

Il tuo cocktail di latte artificiale liquido è pronto da bere!

Cosa si può fare con latte in polvere scaduto?

Non puoi darle ai neonati latte in polvere scaduto! Se non vuoi buttare la confezione, cosa farne? Una maschera di bellezza per il viso è un ottima soluzione! 

Aggiungi acqua calda e succo di limone alla tua polvere di latte artificiale.  Applica il composto sul viso e lascia riposare per alcuni minuti. Il risultato? Pelle morbida e libera dalle impurità.

A cosa serve il latte nell’impasto della pizza?

Il latte in polvere mantiene le proteine del latte vaccino (proteine del siero di latte), senza conservarne i grassi. La componente proteica arricchisce gli impasti, li rende morbidi e velocizza la reazione di Maillard (imbrunimento ad alte temperature).

Quanto tempo si conserva il latte in polvere?

Una volta aperta la tua confezione di latte in polvere per neonati può essere consumata entro 10-15 giorni.  È importante conservarla in luoghi freschi e asciutti. 

Qual è il miglior latte artificiale per neonati?

I sostituti artificiali del latte materno non sono tutti uguali. Hanno un diversa composizione in base alle fasi di crescita del bambino. Quale scegliere? 

Il latte in polvere ideale per un neonato (0-6 mesi) è quello identificato con il numero 1, o latte 1.

Dopo il sesto mese  cambiano i bisogni nutrizionali e occorre passare al latte 2, o latte artificiale di proseguimento.

Qual è il miglior latte crescita?

Il latte migliore per il bambino da 1 a 3 anni è il latte di crescita, o latte 3. Questo non è altro che latte vaccino arricchito di sali minerali e vitamine utili per lo sviluppo di ossa, muscoli e capacità cognitive.

Controlla l’etichetta del prodotto per scegliere il latte di crescita migliore per il tuo bambino. Cosa devi trovare?

  • ferro, calcio, magnesio, potassio, iodio e fosforo
  • vitamine a, d, e, k, c e del gruppo b
  • omega 3 (ALA, EPA, DHA) e omega 6 (LA).

Quali sono i migliori latte in polvere?

Scegliere il miglior latte artificiale per il tuo bambino significa assicurarti che cresca sano e forte.  Ecco quali sono le migliori marche di latte in polvere:

  • Nestlè
  • Mellin
  • Aptamil
  • Plasmon
  • Humana
  • Hipp

Qual è il latte più simile al latte materno?

Il latte artificiale più simile al latte materno è senza dubbio il latte d’asina. Analisi scientifiche confermano la somiglianza al latte umano in termini di acidi grassi, proteine e lattosio. 

Come non far fare la schiuma al latte in polvere?

Il problema del latte artificiale liquido è la formazione di bolle. Come evitarla? Mescola energicamente la polvere con un cucchiaio. Non agitare il biberon altrimenti la formazione di schiuma sarà inevitabile!

Come si produce il latte in polvere per bambini?

La preparazione del latte in polvere prevede diverse fasi di lavorazione per rimuovere l’acqua libera nell’alimento. Dopo la mungitura, il latte vaccino viene riscaldato ad alte temperature (130-150 °C). Tutta l’acqua evapora e rimane la “polvere” di latte. Infine, si aggiungono emulsionanti e stabilizzanti. 

Qual è il latte artificiale più simile al latte materno?

Un ottimo latte artificiale, simile al latte materno è Lipil®! Si tratta di una miscela di acidi grassi a catena lunga (LCPUFA) che rispecchiano quantità e proporzioni  naturalmente presenti nel latte materno.

Quando fu inventato il latte in polvere per neonati?

Nel 1851 l’americano Gail Borden inventò il metodo del latte condensato. Questo allo scopo di migliorare i trasporti e lo stoccaggio nelle tratte commerciali.

Fu nel 1860 che il farmacista svizzero Henri Nestlé sintetizzò la prima grossolana farina di latte. La utilizzò per contrastare la mortalità infantile ed ebbe grande successo.

La scoperta del latte artificiale vero e proprio va attribuita al chimico tedesco Justus von Liebig. Nel 1865 inventò il latte in polvere per neonati: una polvere di latte vaccino, farine e bicarbonato di potassio.

Ma è solo nel 1908 che lo svizzero Maurice Guigoz perfezionò la tecnica di produzione del latte in polvere: riscaldandolo sottovuoto poteva essere conservato per tempi più lunghi.

Ad oggi il latte in polvere Nestlè-Guigoz è esportato in tutto il mondo.

A cosa serve il latte in polvere?

Il latte in polvere è l’invenzione del secolo! È stato ideato come sostituto del latte materno. Quanto le gestanti non producono abbastanza latte, ecco che interviene lui: il latte in polvere. Ma non è tutto! Grazie a questo latte artificiale si è evoluta anche l’industria dolciaria (ne è un esempio il cioccolato al latte). 

A cosa serve il latte condensato?

Il latte condensato non è altro che latte vaccino con un ridotto contenuto di acqua libera. A differenza del latte in polvere, non è completamente privo di acqua. Viene utilizzato per: dolci, biscotti, creme, ma anche aggiunto nel caffè per un ottimo latte macchiato (in Spagna è molto usato e prende il nome di: “cafè leche leche”). 

Come si usa il latte in polvere?

Ecco qualche consiglio per la preparazione del latte in polvere:

  • Riempi il bollitore o un pentolino con acqua;
  • Porta ad ebollizione l’acqua;
  • Aggiungi il latte in polvere secondo il dosaggio riportato sulla confezione;
  • Mescola e lascia riposare per non più di 30 minuti;
  • Attendi che raggiunga la temperatura ambiente.

Il consiglio: versa qualche goccia di latte artificiale liquido sul polso per saggiare la temperatura. Se non scotta puoi farlo bere al tuo bambino.

Hai altre domande sul latte in polvere o latte artificiale a cui abbiamo dimenticato di rispondere?

Contattaci per discuterne assieme.

Lascia un commento