Quanto costa un riccio africano?

Ormai di diritto, il riccio è considerato un animale domestico, oltre che esotico! Lo si può quindi acquistare facilmente in molti negozi specializzati…

Ok, ma quanto costa un riccio africano?

Se vuoi scoprire la risposta a questa e altre domande su come allevare un riccio e conoscere tutte le sue caratteristiche, le abitudini e lo stile di vita… sei nel posto giusto!

Sai già cosa mangiano i ricci di terra?

Il riccio africano (Atelerix Albiventris)

Il riccio africano o Atelerix albiventris è un animale della famiglia del roditore. È originario dell’Africa subsahariana e lo si può trovare in natura dal Senegal e dalla Mauritania all’ovest fino al Sudan all’est e in Zambia.

Tra le altre specie di riccio, le più note tra gli appassionati sono: il riccio indiano e il riccio moresco, che provengono invece dell’Asia e dall’Africa del Nord.

Detenere un riccio europeo però è illegale, perché si tratta di un animale SELVATICO!

Le altre razze invece sono considerate come animali domestici, grazie alla loro origine esotica.

Caratteristiche del riccio africano

Il nome scientifico Atelerix albiventris, deriva dal latino e significa riccio dal ventre bianco, per la sua colorazione unica…

Pauroso e solitario, questo animale notturno è particolarmente timido. Una volta creata la giusta confidenza però, sarà un piacere guardarlo nella sua routine dopo il crepuscolo!

Durante il giorno invece, è meglio lasciarli riposare tranquilli.

Per vincere la paura e creare i primi contatti, potrai lo stesso accarezzarlo anche se tende ad appallottolarsi… Ti basterà usare un guanto da cucina ed ecco fatto! (Ricorda che i suoi aculei fatti di cheratina possono pungere!)

In poco tempo, i cuccioli di riccio domestico si abitueranno all’odore del loro nuovo amico.

Il riccio africano infatti, non dispone di una vista particolarmente sviluppata… si tratta sempre di un animale crepuscolare. In compenso, udito e olfatto gli permettono di orientarsi e procacciare il cibo necessario.

Il riccio africano puzza o fa odori strani?

No, non hai nulla da temere! Quando i ricci fanno un odore strano, è perché hanno fatto l’anting. Una pratica di autodifesa e pulizia che consiste nel masticare i vegetali o gli animali (come i rospi) che emettono un odore forte, per poi cospargere la loro saliva pregna di odore sugli aculei.

In questo modo questi piccoli animaletti possono mascherare il loro odore e tenersi al riparo dai predatori.

Cosa mangia il riccio africano

Per creare un buon rapporto con l’animale e mantenerlo in salute, è importante sapere cosa mangiano i ricci africani:

  • Insetti: caimani, grilli, vermi, tarme della farina e camole del miele
  • Cibo specifico per ricci
  • Scatolette e crocchette per gatti (questi alimenti hanno solitamente una composizione alimentare che ben si coniuga con quella del riccio)
  • Piccole porzioni di frutta o verdura fresca (solo quella commestibile per il riccio)

Ma che frutta e verdura mangiano i ricci?

  • Frutta come la banana, l’anguria, la mela o la pera
  • Erbe aromatiche come camomilla o menta piperita
  • Verdure come cetrioli, ravanelli, rape e patate e carote bollite

Non dimenticare invece che il riccio NON può assolutamente mangiare:

  • Noci o semi (per rischio soffocamento)
  • Agrumi e cibi acidi (per problemi di digestione)
  • Latte e latticini (è intollerante al latosio)
  • Cibi tossici come cipolla, aglio, avena, mais, riso, funghi, grano, uva e uvetta

La dieta del riccio deve essere ricca di proteine e povera di grassi, poiché tende all’obesità!

E non dimenticare di integrare il magnesio nella sua dieta!

Di quali cure ha bisogno il riccio africano

II riccio africano o riccio pigmeo è un animale che richiede molte attenzioni, perché può soffrire di molte malattie diverse:

  • Acari
  • Pelle secca
  • Pulci
  • Diarrea
  • Orecchie screpolate
  • Vomito
  • Raffreddore

Per prevenire ogni problema all’animale, il mio consiglio è di portarlo da un veterinario per animali esotici 2 – 3 volte l’anno e seguire attentamente i suoi consigli!

Le prime cose da fare per prendersi cura di un riccio comunque, riguardano il suo habitat e le sue caratteristiche:

  • Gabbietta con pareti e fondo liscio, non in ferro, per evitare lesioni alle zampe
  • Ambiente poco luminoso e lontano da rumori forti, che sono fonte di stress
  • La temperatura ideale all’interno della gabbietta va dai 24°C  ai 28°C.
  • Ciotola per il cibo e per l’acqua
  • Materiale per costruire la tana

Il modo migliore per farlo crescere in salute, è che sia sempre a suo agio nel suo habitat, rilassato !

Costi medi di un riccio africano

Tra le spese per tenere un riccio africano in casa, bisogna mettere in conto non solo il prezzo per comprarlo, ma anche…

  • Il costo dell’attrezzatura come la gabbietta in legno o plastica (50 – 100€ a seconda delle dimensioni), l’abbeveratoio e la tana
  • Le visite dal veterinario specialista
  • Il prezzo del cibo

Quanto costa un riccio africano cucciolo?

Quanto costa un riccio africano?

I ricci africani sono così belli e unici, perché ne esistono molte colorazioni diverse, tutte con qualcosa di unico…

Il riccio africano ha un prezzo medio che oscilla dai 70 ai 150€, a seconda della varietà e del sesso del cucciolo che sceglierai!

Le diverse colorazioni del riccio africano sono:

  • Pinto
  • Albino
  • Cinnicot
  • Chocolat
  • Odd eyed (con occhi colorati)
  • Spotted face (con il viso maculato)

Cosa serve a un riccio africano?

L’essenziale per la salute di un riccio africano è:

  • Sanificare le ciotole solo con acqua calda
  • Non fargli mai mancare il cibo nella gabbietta
  • Cambiare l’acqua ogni giorno nell’abbeveratoio
  • Pulire la lettiera dagli escrementi di riccio ogni 2 – 3 settimane
  • Un ambiente ideale, silenzioso, poco luminoso e con la giusta temperatura
  • Prendere in mano il riccio di tanto in tanto per farlo abituare alla presenza umana

Cosa fare se si trova un riccio in giardino?

Se ti capita di trovare un riccio europeo in giardino le opzioni sono solamente due: 

  1. Raccoglierlo e portarlo al centro di recupero per animali selvatici più vicino
  2. Chiamare i carabinieri forestali al 1515 e indicare il luogo dell’avvistamento

Cosa significa trovare un riccio?

Oggigiorno, diventa sempre più raro incontrare un riccio o porcospino selvatico… Questo animale silenzioso e pacifico, è infatti molto timido. La leggenda narra però, che chi ha la fortuna di incontrarlo, sarà baciato dalla fortuna e saprà affrontare le difficoltà con uno spirito di fede nel futuro e un animo pacifico!

Quanto costa un istrice?

L’istrice (Hystrix cristata) non è un roditore come il riccio e diventa molto più grande quando cresce. Ultimamente questo animale esotico viene considerato come il riccio, un animale domestico.

E come il riccio domestico ha un prezzo intorno ai 150€.

Cosa sapere prima di comprare un riccio?

Per allevare un riccio domestico e prendersi cura di lui, ci sono alcune cose che dovresti sapere:

  1. Quali sono le sue abitudini?
  2. Sai cosa mangiano i ricci di terra?
  3. E ricordati di rispettare la sua routine notturna!

Per sapere le risposte a queste e ad altre domande, devi leggere molto e cercare di informarti… 

Per fortuna, in questa guida puoi trovare tutto il necessario per cominciare!

Cosa mettere nella gabbia del riccio africano?

  1. Sul fondo della gabbia si può mettere: 
  • Paglia per conigli
  • Carta di giornale, del pellettato per roditori
  • Corteccia atossica (no legno di cedro perché può contenere oli ed essenze che possono causare dermatiti o irritazioni alle vie respiratorie)
  • Tutolo di mais 

La lettiera di sepiolite per gatti invece va evitata, perché possono ingerirla e soffocare!

  1. Una ruota per ricci, affinché rimanga forte e in forma. Assicurati di sceglierne una con nervature interne per non farlo scivolare.
  2. Una ciotola per l’acqua e una per il cibo
  3. Un nido piccolo e sicuro in cui rannicchiarsi
  4. Una cassettina per i bisogni

Come fare una casa per ricci?

Per spendere il meno possibile e divertirti, puoi anche costruire la tana per ricci, senza acquistarne una nuova…

L’importante è che sia:

  • Senza tessuti
  • Impermeabile
  • In legno o plastica
  • Senza parti taglienti
  • Abbastanza protetta e buia

Cosa bisogna fare se si trova un riccio?

Se hai trovato un riccio europeo selvatico, NON puoi assolutamente portarlo a casa. Se è libero e tranquillo, lascialo stare. 

Altrimenti, dovrai chiamare il corpo forestale dei carabinieri al 1515 oppure portare l’animale ad un centro di raccolta animali selvatici.

Cosa sapere sul riccio africano?

  • Il riccio è un animale solitario. Se ne hai più di uno, è necessario tenerli separati
  • Di giorno, questo animale domestico preferisce riposare e rimanere al buio
  • Il cucciolo resta con la madre e svezzato intorno ai 30 giorni di vita

Quanto cresce un riccio africano?

Il riccio africano è un animale domestico della famiglia dei roditori, quindi rimane decisamente piccolo, anche se il suo aspetto viene camuffato molto bene dalle spine!

Questa creatura può raggiungere fino a 27 cm di lunghezza con un peso che varia dai 350 agli 800 g per un esemplare in salute.

Lo sapevi che il riccio ha anche la coda? Questa può raggiungere i 2,5 cm!

Quali sono le caratteristiche del riccio africano?

  • Si tratta di un animale solitario, apprezza esemplari dell’altro sesso solo durante l’accoppiamento
  • Essendo notturno, si ciba solamente di notte e non apprezza spuntini diurni che disturberebbero il suo riposo
  •  È molto diffidente e affinché si abitui all’uomo, ha bisogno di molto tempo e molte attenzioni ( ad esempio nutrendolo a mano)
  • Non ha bisogno di essere lavato e non fa odori particolari. L’importante è non dimenticare di pulire bene la sua gabbietta

Dove posso adottare un riccio?

Come e dove adottare un riccio? 

Per prima cosa bisogna cercare l’allevamento specializzato che vende ricci africani e capire se possono offrire tutto il supporto e le informazioni necessarie. 

Oppure puoi cercare presso i rifugi per animali che si occupano dei ricci domestici abbandonati!

Dove si mette un riccio dentro casa?

Il riccio ha bisogno di un luogo in cui nascondersi…

La scelta migliore è una gabbia con al suo interno tutto il necessario per costruirsi la sua tana. 

Le dimensioni consigliate per il terrario sono di 1,5 m per lato. All’interno dovrai disporre un materiale assorbente per gli escrementi di riccio e costruire una tana o in rifugio di almeno 14 x 26 cm.

Come riconoscere la tana di un riccio?

I ricci sono animali che prediligono zone ombrose, con copertura vegetale e boscaglia dove nascondersi.

Non è raro incontrare un riccio vicino alle aree coltivate come orti e giardini, oppure nei frutteti e nei parchi

Per riconoscere la tana di un riccio, dovrai guardare sempre nei posti più impensabili…

Come le macchie di rovi, un gruppo di rocce scavate, una cavità alla base di un vecchio tronco oppure un cespuglio bello fitto di rami e spini!


Fonti:

Lascia un commento