Come allestire il tavolo del buffet a casa della sposa?

L’usanza di allestire un buffet a casa della sposa o dello sposo prima della cerimonia di celebrazione del matrimonio risale all’Ottocento, e viene mantenuta tuttora, in particolare in alcune regioni italiane.

Si tratta di una bella tradizione italiana, che in realtà era scomparsa da un po’, ma che sta ritornando in gran voga, e che concede a pochi intimi, o a chi raggiunge gli sposi da lontano, di riunirsi brevemente e in maniera informale per un momento di convivialità e magari – perché no? – per concedersi un primo brindisi in un giorno così speciale.

Trattandosi di un giorno sicuramente denso di tanti impegni ed emozioni, è meglio cercare di capire in anticipo come organizzarsi al meglio, per rendere questo momento piacevole, senza appesantire la giornata già densa del matrimonio di ulteriori “fatiche”.   

Che tu sia la futura sposa, o la sua testimone, o sua sorella o infine la sua più cara amica, leggi il nostro articolo per scoprire tutto quello che c’è da sapere su come allestire il tavolo del buffet a casa della sposa.

Come allestire il tavolo del buffet a casa della sposa o dello sposo

Tenendo conto che il giorno del matrimonio, per gli sposi, è sempre un giorno molto intenso, l’iniziativa di organizzare il cosiddetto “tavolo bianco” può venire presa – oltre che dai protagonisti della cerimonia – anche dai parenti più stretti, o dai più cari amici degli sposi, o dai loro testimoni di nozze. 

In ogni caso, e da chiunque parta l’iniziativa, la parola d’ordine è semplicità.

Si tratta infatti di una occasione informale per riunirsi, di solito un paio d’ore prima della cerimonia, tra i parenti stretti e gli amici più intimi, dove si potrà gustare qualche prelibatezza prima di arrivare in chiesa, fare un brindisi insieme e magari attendere di vedere comparire la sposa o lo sposo, che stanno terminando i loro preparativi.

Non è necessario fare inviti ufficiali a questo piccolo rinfresco, anche per non rischiare di ritrovarsi la casa piena di ospiti!

Di solito gli ospiti invitati al tavolo bianco vengono infatti avvisati in maniera molto informale, con una semplice telefonata o un messaggio, dove è bene che sia specificato un orario preciso e non troppo in anticipo, in modo da non rischiare di intralciare i preparativi. 

Il tavolo bianco sarà particolarmente apprezzato in caso di amici e parenti che vengono da lontano, che potranno rifocillarsi e riposarsi un momento prima della cerimonia.

L’apparecchiatura del tavolo del buffet deve essere semplice, per quanto elegante e raffinata, considerando che gli invitati sono già pronti ed eleganti nei loro abiti da cerimonia e non possono assolutamente rischiare di macchiarli proprio all’ultimo momento!

Il tavolo bianco può essere allestito direttamente in casa, oppure in giardino, se c’è questa fortunata possibilità e se la stagione lo permette.

Meglio preferire una raffinata semplicità, a partire dalla tovaglia, che deve essere candida, magari impreziosita e abbellita da qualche ricamo o semplice pizzo. Meglio evitare strascichi, tulle o veli eccessivi.

Per quanto riguarda la decorazione del tavolo, ci si può sbizzarrire scegliendo degli addobbi che siano in linea con l’arredamento della casa o che richiamino lo stile, i colori e il tema della cerimonia matrimoniale.

Decisamente da evitare i dettagli troppo pomposi o impegnativi, che potrebbero risultare forzati o pacchiani: il buon gusto e la semplicità dovrebbero farla da padroni, senza mai strafare! 

Sempre molto apprezzati e belli da vedere sono gli addobbi floreali, con bouquet e centrotavola di fiori freschi, che non stancano mai; ma attenzione a non calcare troppo la mano sulle decorazioni, anche per non anticipare troppo ciò che si vedrà durante il matrimonio e il banchetto nuziale, e che deve rimanere una sorpresa.

Venendo all’apparecchiatura del tavolo, se gli invitati sono pochi, si può utilizzare il servizio buono di casa, magari in porcellana, i bicchieri di cristallo ed eventualmente posate d’argento.

Ma se il numero degli invitati aumenta, e risulta difficile apparecchiare per molte persone, si può ricorrere a piatti e bicchieri in carta o plastica, e a posate monouso. 

Non hai un numero sufficiente di piatti e stoviglie per i tuoi invitati, ma non vuoi assolutamente ricorrere alla plastica, che fa tanto pic-nic? 

Niente paura! Tra la raffinata ma impegnativa porcellana e la semplice e fin troppo spartana plastica ci sono soluzioni intermedie, come l’usa e getta elegante, con decori di ogni genere, per una tavola raffinata e pratica nello stesso tempo. 

Per tutto ciò che riguarda apparecchiatura, addobbi e allestimento, si può optare tra una presentazione essenziale e veloce “fai da te”, realizzando tutto in casa.

Se invece preferisci qualcosa di più elaborato e se il tuo budget te lo permette, ma soprattutto se non vuoi stressarti nei preparativi, puoi affidarti a un bravo professionista dell’allestimento. Ne esistono tantissimi che sapranno interpretare i tuoi gusti e realizzare i tuoi desideri in questo giorno decisamente magico!

Il rinfresco prima del matrimonio: come organizzarlo?

Il rinfresco prima del matrimonio è un momento tra pochi intimi che non dovrebbe prevedere un numero esagerato di persone. 

Di solito partecipano solo gli affetti più cari e gli amici più stretti; tuttavia, nulla vieta di organizzarlo al meglio, con eleganza e stile, anche con numeri di invitati ridotti.

Ricorda: semplicità e buon gusto sono le parole d’ordine!

Che sia allestito in maniera casalinga, o che sia previsto un servizio di banqueting e catering, l’importante è non eccedere, né nel numero delle persone invitate, né negli addobbi, né tantomeno nel cibo!

Tovaglia immacolata, addobbi floreali, stoviglie anche “usa e getta” ma di gusto, e cibo semplice senza eccessive complicazioni: queste sono le regole d’oro per non sovraccaricare una giornata già di per sé molto ricca di emozioni per tutti.

Il buffet a casa della sposa

Il buffet a casa della sposa è un semplice ritrovo che viene proposto prima del matrimonio, per i più intimi, per chi è giunto da lontano, per chi sta aiutando la sposa a prepararsi e per chi vuole essere presente al suo primo apparire.

L’organizzazione del buffet a casa della sposa, prima della cerimonia, non deve essere un momento stressante, anche perché la sposa sarà impegnata negli ultimi preparativi, tra vestito, parrucchiera e maquillage, e non avrà certo il tempo di seguire tutto.

Questa è solo l’occasione, per gli invitati più intimi, per stare insieme, salutarsi e brindare alla sposa nella maniera più informale possibile. 

Dunque nella scelta su dove allestire il buffet, sulla quantità del cibo da offrire, se dolce o salato, se accompagnato da alcolici o no, è difficile dare una risposta esatta, perché tutto dipenderà dalle idee di chi lo organizza. 

Per allestire il buffet senza stress eccessivo occorre considerare anzitutto il fatto che gli invitati saranno già certamente vestiti con gli abiti della cerimonia: per questo motivo meglio evitare piatti troppo ricercati, con sughi, salse, cibi gocciolanti olio, come bruschette, tartine e cibi unti, insomma niente cibo “pericoloso” per gli abiti.

Meglio offrire piatti asciutti e semplici!

Se la stagione è fresca, la temperatura più bassa permette di servire ad esempio anche taglieri di salumi e formaggi, che si conserveranno senza rischiare di sciogliersi e ungere irrimediabilmente gli abiti degli invitati.

Se invece fa caldo, meglio evitare tutto ciò! 

Ottime allora le torte salate, da servire tiepide e già tagliate a quadretti, oppure ancora le focaccine semplici e secche, i salatini di ogni genere, un assortimento di piccola rosticceria, i classici tramezzini e per finire la frutta, non troppo succosa e già tagliata a cubetti in piccole porzioni monouso.

Se il rinfresco avviene al mattino, si possono aggiungere al salato tradizionale anche dei biscotti e dei dolcetti secchi, le ciambelline, i confetti, e un assortimento di piccola pasticceria senza troppe creme, oltre a crostate e torte asciutte.

In generale, qualunque cosa posa essere mangiata in sicurezza va bene, EVITANDO ricette complesse ed elaborate e piatti che richiedono troppi preparativi.

A prescindere dall’orario in cui viene offerto il rinfresco, nulla vieta di offrire sia il dolce che il salato insieme, a patto di non abbondare, per evitare che gli invitati si ritrovino a pancia piena ancora prima che abbia inizio il vero pranzo o rinfresco di nozze! 

Occorre ricordare sempre che è solo un piccolo ritrovo che anticipa la cerimonia e la festa.

Per quanto riguarda il bere, al mattino vanno bene il caffè, il thè e i succhi di frutta.

Se invece il buffet avviene di pomeriggio, si possono aggiungere drink leggermente alcoolici e bibite varie.

Un prosecco è comunque sempre gradito, sia al mattino che al pomeriggio, magari per fare il primo brindisi alla sposa.

Cosa mettere sul tavolo a casa della sposa? 

Per la scelta e la sistemazione del cibo, si può scegliere una presentazione essenziale e veloce, con un fai da te, magari proponendo qualche manicaretto realizzato in casa, o acquistato presso un pasticciere di tua fiducia.

Oppure, se preferisci qualcosa di più elaborato, se il budget te lo permette e non vuoi stressarti nei preparativi, puoi affidarti a un bravo professionista dell’allestimento e a un catering di qualità per il cibo.

Il buffet che precede la cerimonia nuziale NON deve essere troppo abbondante o complicato, soprattutto perché poi ci sarà il banchetto vero e proprio, quindi troppo cibo, o troppo elaborato, finirebbe per appesantire inutilmente lo stomaco degli ospiti.

L’importante è che gli invitati possano fare due chiacchere e incontrarsi in semplicità e relax, sorseggiando un drink e gustando un semplice stuzzichino in attesa della sposa.

Praticissimo e molto attuale il finger food, carino da vedere e molto decorativo, oltre che super comodo per gli ospiti, che non correranno il rischio di sporcarsi durante il rinfresco, subito prima della cerimonia.

Come si prepara il tavolo a casa della sposa? 

Il giorno del matrimonio anche la casa della sposa deve avere un aspetto festoso e piacevole da vedere.

Quindi sono benvenuti i centro tavola di fiori freschi e gli addobbi che possono seguire lo stile della casa, ma anche richiamare i colori e i dettagli del matrimonio.

La tavola del buffet non deve essere eccessivamente decorata, niente colori sgargianti, né pizzi o tulle complicati e inutilmente fastosi, che rischiano di appesantire il tutto e creare un’atmosfera paesana, o da festa di compleanno.

Una tovaglia candida sormontata da un centro tavola di fiori freschi, e stoviglie di porcellana (ma anche un elegante “usa e getta”) saranno più che sufficienti a creare un’atmosfera festosa ma sempre sobria ed elegante.

Non dimenticare mai che si tratta di un piccolo rinfresco tra pochi intimi e senza formalità, la vera festa nuziale viene dopo! 

Il buffet a casa dello sposo

Il buffet a casa dello sposo è sicuramente più semplice e ancora più informale, visto che la preparazione è molto più breve di quella della sposa, e consiste in una semplice e molto informale rimpatriata tra amici.

Quindi ok a cibi semplici e secchi, che non macchino gli abiti e non lascino cattivi odori, ad esempio dolcetti e biscottini, se si svolge di mattino, oppure panini, finger food, stuzzichini e torte salate, se il rinfresco è di pomeriggio.

Meglio evitare cibi pesanti, fritti e preparazioni elaborate con decine di ingredienti.

Frutta e bevande come thè, caffè, succhi di frutta, qualche aperitivo leggermente alcoolico, si possono servire a volontà, mentre birra e vino di qualità vanno sempre bene, ma sempre con moderazione e senza esagerare. 

La regola d’oro è sempre la stessa: no agli eccessi, di nessun tipo, perché il banchetto nuziale e la festa non devono essere anticipati né tantomeno compromessi dal rinfresco offerto prima della cerimonia.

L’addobbo del tavolo a casa dello sposo 

Il tavolo su cui si serve il buffet a casa dello sposo è molto più semplice da allestire rispetto a quello della sposa, come del resto molto più breve è la preparazione alla cerimonia dello sposo.

Il tavolo sarà quindi apparecchiato in maniera quantomai semplice e sobria.

Una fresca e semplice tovaglia bianca, con stoviglie di porcellana o “usa e getta” di tipo sobrio ed elegante, sono più che sufficienti.

Se proprio si vuole esagerare, un centro tavola di fiori freschi è sempre piacevole da ammirare, ma niente di più.

Lascia un commento