Come sfoltire i capelli?

Hai voglia di cambiare pettinatura?

A volte un cambiamento di questo tipo fa bene, sia per migliorare esteticamente sia per prendersi cura dei propri capelli danneggiati.

Un metodo molto usato per alleggerire i capelli è quello di sfoltirli.

Ovviamente i parrucchieri sono i più esperti in questo campo.

Ma con un po’ di pratica e attenzione si possono imparare ad usare delle forbici per sfoltire e avere dei buoni risultati.

Vediamo, quindi: come sfoltire i capelli?

Come usare forbici per sfoltire i capelli: la tecnica dei parrucchieri

Se vuoi seguire la stessa tecnica dei parrucchieri ti serviranno le stesse forbici che usano loro.

Queste forbici si possono acquistare online o in negozi che vendono articoli specializzati per l’hair styling.

Le forbici per sfilare i capelli ricci o lisci sono strumenti professionali, e difficilmente si possono usare per altri scopi.

Infatti hanno una lama “normale” e un’altra seghettata, e sono più spesse delle classiche forbici da taglio.

I parrucchieri le usano per ridurre il volume dei capelli.

Una volta presa tra le dita una ciocca, usando le forbici per sfoltire su questa stessa ciocca non taglieremo tutti i capelli, ma circa il 10-15% del volume totale (in base alla qualità e all’affilatura dello strumento).

Si possono sfoltire sia i capelli lunghi che i capelli corti (ovviamente con le dovute proporzioni).

Per sfoltire i capelli, bisogna partire da capelli puliti e asciutti, o al massimo lievemente inumiditi.

Si devono anche pettinare bene e mettere nella nostra piega solita; in questo modo capiremo subito dove c’è bisogno di sfilare un po’ i capelli e dove no.

Non vanno messi prodotti sui capelli, come oli e creme, perché questi potrebbero dar fastidio alle forbici e non farle scorrere bene.

La cosa migliore da fare è procedere ciocca per ciocca, sfoltendo una sezione di capelli alla volta.

Bisogna prendere ciocche di capelli sempre della stessa dimensione, più o meno.

Una volta presa una ciocca, inizia a sfoltire da vicino all’attaccatura dei capelli, e poi scendi gradualmente.

Apri e chiudi le forbici sui capelli, scendendo, da poco più in giù delle radici fino alle punte.

In questo modo otterrai una sfoltitura omogenea su tutti i capelli, ed è una buona tecnica per chi ha i capelli lisci e piatti.

Se invece hai capelli voluminosi e ricci, che magari verso le punte si gonfiano, puoi sfoltire solo gli ultimi centimetri.

Dopo aver sfoltito una ciocca, pettinala così da eliminare tutti i residui.

Tieni sott’occhio tutta la testa mentre sfoltisci i capelli, e assicurati che il taglio sia omogeneo e simmetrico.

Si può imparare a sfoltire i capelli anche da soli, ma ovviamente non è così facile, soprattutto se dobbiamo tagliare delle ciocche dietro la testa.

Se troviamo qualcuno che se la sente, chiediamogli di aiutarci.

Se invece abbiamo troppa paura di fare danni, facciamoci sfoltire i capelli da un parrucchiere professionista.

A cosa serve sfoltire i capelli?

Ma perché sfoltire i capelli può essere una buona idea?

È una tecnica perfetta per aumentare il volume, cosa utile nel caso di chi cerca tagli per capelli fini lisci e pochi.

Di base, questa tecnica serve quasi unicamente per ragioni estetiche.

Infatti, dato che taglia solo una piccola percentuale di capelli nella ciocca, non è adatta per chi ha punte molto rovinate, parecchie doppie punte o capelli molto stressati (in questi casi può andare bene un trattamento ricostituente o un taglio più invasivo).

Sfoltire la chioma aiuta anche a gestirne il volume, così da apparire più ordinati e simmetrici.

È un tecnica molto usata per i capelli lunghi ricci uomo.

La cosa essenziale, per avere un buon risultato, è essere precisi e ben preparati.

Se non ci fidiamo delle nostre capacità e non vogliamo fare disastri, forse è meglio affidarci a un parrucchiere professionista.

Forbici dentate per sfoltire capelli

Le forbici per sfoltire i capelli sono dentate, ovvero hanno una lama liscia mentre l’altra lama presenta una dentellatura (o è seghettata).

Questi strumenti professionali si possono comprare nei negozi specializzati sia online che fisici.

Per avere i risultati migliori, è meglio non risparmiare troppo su questi attrezzi e acquistarli di buona qualità, anche se si spende qualche euro in più.

Come sfilare i capelli

La prima cosa da fare, prima di sfoltire o sfilare i capelli, è quella di inumidirli leggermente (oppure lavarli e tamponarli molto bene) e pettinarli con attenzione.

I capelli devono essere puliti.

Per evitare di tirare i capelli e la cute, bisogna provare a rimuovere tutti i nodi.

Pensando a come tagliare i capelli, spesso si parte dall’alto.

Ma invece è meglio partire dal basso, e tagliare le punte più rovinate dei capelli

In questo modo si eliminano anche le doppie punte.

Poi si può passare alla sfilatura vera e propria.

Prendi una ciocca alla volta, tenendo i capelli ben tesi (ma non tirando).

Poi usa la forbice, sfoltendo in base alla lunghezza desiderata.

Controlla dopo ogni ciocca di seguire una linea pari, aiutati anche con gli specchi e non avere fretta.

In questo modo otterrai un taglio simmetrico e con il giusto volume.

Lascia un commento