Quanto si paga per fare un bonifico?

I bonifici sono un mezzo di pagamento comodo e sicuro per trasferire denaro direttamente da un conto all’altro.

Puoi anche aggiungere un messaggio al tuo trasferimento come promemoria. E hai immediatamente la prova del pagamento effettuato tramite l’estratto conto.

Non è previsto un importo massimo, ma se è particolarmente elevato la tua banca potrebbe effettuare controlli aggiuntivi per motivi di sicurezza.

E allora, a fronte di un servizio così pratico ed efficiente, quanto si paga per fare un bonifico?

Quanto costa fare bonifici?

Il costo di un bonifico può variare, oltre che da una banca all’altra, anche dal tipo di metodo che scegliere.

Effettuarlo allo sportello, tramite bancomat o anche su Internet può comportare delle commissioni diverse.

In alcuni casi infatti il bonifico è gratuito. In altri può esserti richiesto un versamento extra di qualche euro. E se sei attento a questo aspetto, alla fine dell’anno puoi risparmiare più di quanto pensi.

Quanto costa fare un bonifico dal tabaccaio?

Il bonifico dal tabaccaio è in genere il metodo utilizzato da chi non ha un conto corrente o, per motivi diversi, preferisce non movimentare soldi direttamente dal suo conto.

È possibile pagare in vari modi, come ad esempio in contanti, con carta prepagata e tramite Postepay.

Il costo è compreso indicativamente tra 1 e 3 euro, e può variare in base all’istituto bancario a cui è destinato il trasferimento.

Quanto costa fare un bonifico dal cellulare?

È uno dei metodi più economici per effettuare il bonifico. Molte banche offrono questo servizio gratuitamente, altre prevedono una commissione di circa un euro.

Che cos’è il bonifico istantaneo?

La maggior parte delle banche offre anche la possibilità di effettuare un trasferimento istantaneo. In questo modo il beneficiario riceve l’importo sul conto pochi secondi dopo.

La banca in genere addebita un costo aggiuntivo per questo tipo di transazione, anche di 3 o 5 euro.

Che cos’è un bonifico SEPA?

I bonifici SEPA sono trasferimenti monetari in euro tra conti domiciliati in banche dei paesi dell’Unione Europea, oltre a quelle dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Norvegia e Liechtenstein).

A questi paesi si aggiungono Svizzera, Monaco, Saint Pierre e Miquelon e San Marino.

Il servizio ha tra i suoi vantaggi:

  • la riduzione degli oneri amministrativi
  • un controllo più rapido e migliore degli incassi

Come fare un bonifico online


Domande correlate

Dove posso fare un bonifico in contanti?

I bonifici in contanti, detti anche “bonifici in cassa”, possono essere effettuati direttamente presso uno sportello bancario (anche se non tutte le banche li accettano), in posta o in tabaccheria.

Quanto costa fare un bonifico alla posta?

Se hai un conto in posta puoi fare con facilità bonifici sia allo sportello che tramite il portale di Banco Posta.

Il costo è di un euro se la transazione avviene in modalità digitale e sale a due euro e cinquanta se preferisci farlo direttamente allo sportello.

Che cos’è il PostaGiro?

Il Postagiro è un bonifico effettuato tra due conti di Banco Posta.

Nel caso in cui il trasferimento monetario avvenga da un conto di Banco Posta a un conto corrente domiciliato in una banca, si chiama comunemente di bonifico.

Puoi anche effettuare un trasferimento di soldi utilizzando il servizio di Poste Italiane senza essere correntista di Banco Posta. In questo caso devi utilizzare un vaglia postale.

Dove si può fare un bonifico?

Puoi fare un bonifico sia di persona, recandoti presso lo sportello di una banca o in posta, sia in modalità online.

Anche le tabaccherie sono abilitate a questo servizio e accettano il versamento in contanti.

Come fare bonifici gratis?

In genere i bonifici effettuati online hanno un costo dell’operazione pari a zero: sono quindi gratuiti.

I bonifici allo sportello prevedono invece l’applicazione di una commissione, pari a qualche euro. Il costo varia non solo da una banca all’altra, ma anche in base al tipo di contratto che hai sottoscritto.

Come si paga un bonifico in banca?

Puoi effettuare il bonifico direttamente allo sportello bancario. Ti verrà chiesto di compilare un modulo con queste voci:

  • il tuo nome, cognome e codice fiscale
  • il nome e cognome del beneficiario
  • il Paese in cui si trova il conto del beneficiario (in Italia o all’estero)
  • il codice IBAN del conto del beneficiario
  • l’importo che intendi trasferire
  • Il Paese di destinazione della somma, se in Italia o all’estero

Una volta completato il modulo in tutte le sue parti lo dovrai firmare.

A questo punto è sufficiente consegnarlo all’impiegato dello sportello che provvederà a dare disposizioni per il bonifico.

Riceverai quindi una ricevuta che attesta che il bonifico è andato a buon fine. I soldi saranno accreditati sul conto del beneficiario nel giro di qualche giorno.

Quanto costa fare un bonifico al bancomat?

In genere i bonifici effettuati presso gli sportelli bancomat sono gratuiti, in quanto vengono svolti in completa autonomia, senza richiedere l’intervento di un impiegato della banca.

Prima di effettuare l’operazione si consiglia però di chiedere maggiori informazioni direttamente alla banca presso cui si ha il conto.

Come fare un bonifico con la Postepay?

Puoi fare un bonifico utilizzando la carta prepagata Postepay Evolution.

È una carta ricaricabile e con codice IBAN che ti consente di effettuare un bonifico da cellulare o tablet verso il conto corrente di una banca in Italia o in un Paese UE.

Gli addebiti vengono imputati direttamente sulla carta, con un tetto massimo di cinquemila euro al giorno.

Qual è la cifra massima per un bonifico?

Per quanto riguarda i bonifici SEPA (quelli che avvengono in euro tra i Paesi della UE), la legge attualmente in vigore non fissa alcun tetto massimo. Il limite è dunque costituito dal saldo disponibile sul proprio conto.

In caso di trasferimenti particolarmente elevati, l’Agenzia delle Entrate ha la facoltà di chiedere eventuali chiarimenti.

Il discorso cambia se il bonifico viene effettuato al conto di un beneficiario che non si trova nell’area SEPA.

Se l’importo bonificato non supera i 12.500 euro non è sottoposto ad alcun vincolo. Nel caso in cui superi questa cifra, è richiesta la compilazione della CVS (Comunicazione Valutaria Statistica).

Invece, se il bonifico viene effettuato da un conto di un altro Paese non SEPA a favore di un conto italiano, la somma non deve superare i 15mila euro. In caso contrario è richiesta la segnalazione all’Agenzia delle Entrate.

Come fare un bonifico bancario senza andare in banca?

Lo puoi fare comodamente online, senza costi aggiuntivi.

Che differenza c’è tra bonifico ordinario e bonifico istantaneo?

La differenza sta nel tempo impiegato per effettuare la transizione. Con un bonifico ordinario il beneficiario riceve i soldi nell’arco di qualche giorno.

E nel caso tu lo faccia online fuori dagli orari operativi della banca hai tempo di annullarlo o modificarlo entro una certa ora (che di solito viene riportata sulla ricevuta al momento dell’invio).

Se invece è un bonifico istantaneo l’accredito è immediato e non hai modo di correggerlo (quindi fai attenzione: usalo solo per transazioni sicure).

Quanto costa un bonifico istantaneo?

Il costo di un bonifico istantaneo varia da banca a banca e in genere è compreso tra 3 e 5 euro.

Se lo fai online è invece molto più economico e l’addebito extra è di circa un euro e mezzo.

Come ricevere bonifico istantaneo?

Non devi fare nulla per ricevere sul tuo conto un bonifico istantaneo.

La transazione di denaro avviene automaticamente, esattamente come un bonifico di tipo standard.

Come si fa a fare un bonifico online?

Una volta che sei entrato nell’area dedicata ai bonifici nel sito di home banking della tua banca, devi specificare:

  • il nome e cognome del beneficiario
  • il suo codice IBAN
  • l’importo da bonificare
  • la causale del trasferimento di denaro
  • il Paese in cui è domiciliato il conto del beneficiario

Lascia un commento