Quando scollegare la batteria auto?

Hai in programma di partire per una lunga vacanza e pensi di lasciare la tua auto nel box di casa. Ti stai chiedendo quando scollegare la batteria auto?

In effetti è una domanda lecita, perché corri il rischio di tornare e di non riuscire più a mettere in moto il tuo veicolo.

Quando scollegare la batteria auto?

Se l’auto deve rimanere ferma per lungo tempo, è consigliato staccare la batteria, per mantenerla in efficienza.

Lo stesso vale quando si eseguono dei lavori di manutenzione o riparazione ad alcune componenti dell’auto, ad esempio al motorino d’avviamento, a un airbag o all’alternatore. In caso contrario potrebbe verificarsi un cortocircuito o potrebbe attivarsi inavvertitamente un airbag.

Quale polo della batteria staccare?

È sufficiente staccare il polo negativo, lasciando collegato quello positivo. Se hai la necessità di smontare batteria auto, prima stacca quello negativo e poi quello positivo.

Non si deve mai rimuovere solo il polo positivo, perché il polo negativo è “a massa”. Ciò significa che se inavvertitamente tocchi un bullone con un oggetto metallico rischi un cortocircuito.

Devo rimuovere tutta la batteria?

Se il locale in cui è parcheggiata l’auto è al riparo dal gelo, la batteria può essere lasciata all’interno del veicolo: è sufficiente scollegare il polo negativo.

Nell’altro caso, consiglio di rimuovere la batteria dall’auto e di riporla in un luogo al riparo dal gelo.

Assicurati che la batteria sia completamente carica. Si consiglia di “mantenere” elettricamente la batteria di tanto in tanto collegandola a un caricabatterie di riserva.

Come caricare la batteria della macchina?

Se hai a disposizione i cavi e un’altra auto in grado di darti la “sua” energia, caricare la batteria della tua auto in panne è semplice.

  • Per prima cosa metti le due vetture in posizione in modo che i vani dove si trovano le batterie siano vicini (tieni conto che alcune auto hanno la batteria nel vano posteriore). Spegni le macchine e apri i vani.
  • Collega prima il morsetto del cavo rosso al polo positivo della batteria scarica, poi l’altra estremità del cavo rosso al polo positivo della batteria carica.
  • Quindi collega il primo morsetto nero al polo negativo della batteria funzionante. Infine la seconda pinza nera deve essere collegata al polo negativo della batteria scarica oppure a qualsiasi parte in metallo della carrozzeria (possibilmente non vicina alla batteria, e non una parte verniciata o arrugginita).
  • Avvia l’auto funzionante e fai girare il motore per 5-10 minuti. Prova quindi ad accendere la tua macchina. Se parte, tienila collegata ai cavi ancora per qualche minuto.
  • Una volta terminata l’operazione scollega i cavi procedendo in modo inverso. Non spegnere la tua macchina, anzi utilizzala subito per una ventina di minuti.

Quanto può stare ferma una macchina prima che si scarichi la batteria?

In genere puoi lasciare la tua auto ferma per tre o quattro settimane. Trascorso questo tempo è bene fare un giro con l’auto della durata di almeno mezz’ora.

Se desideri avere qualche sicurezza in più, meglio utilizzare la macchina una volta alla settimana.

Posso staccare la batteria auto?


Domande correlate

Come mettere in moto un’auto ferma da molto tempo?

Anche quando è ferma, l’auto consuma energia per via di alcuni componenti che vengono continuamente alimentati. Può trattarsi della chiusura centralizzata o dell’antifurto inserito.

Se la batteria si scarica eccessivamente, il veicolo non può essere avviato. Una volta che una batteria perde troppa tensione, è irreversibilmente danneggiata e deve essere sostituita.

Controllare la batteria semplicemente avviando il motore e spegnendolo di nuovo è una cattiva idea. La batteria si scarica così ancora più velocemente.

In caso di necessità, prova a ricaricare un po’ la batteria collegandola alla batteria di un’auto funzionante, utilizzando dei cavi jumper.

Come ricaricare la batteria con i cavi jumper?

Se la batteria di un’auto è scarica, la si può ricaricare collegandola con i cavi jumper alla batteria di un’altra auto.

Come riconoscere filo positivo e negativo? È semplice: quello positivo è rosso, mentre quello negativo è nero.

Qui di seguito è sintetizzato come collegare i cavi della batteria:

  • prendi il cavo rosso batteria (positivo) e collega un morsetto alla batteria scarica e l’altro morsetto a quella carica.
  • fai la stessa operazione con il cavo nero (negativo) collegandolo prima alla batteria funzionante poi a quella scarica. Quest’ultimo puoi collegarlo anche a una parte in metallo non verniciata, lontano dalla batteria.

Evita di collegare cavi batteria in modo simultaneo.

Verifica quale chiave a bussola serve per allentare i dadi dei poli.

  • Fai partire la macchina che ha la batteria carica.

Nel momento in cui i cavi sono collegati, l’alternatore dell’auto con batteria funzionante carica quella scarica.

  • Lascia caricare la batteria per qualche minuto
  • Prova ad accendere la macchina che aveva la batteria scarica. Se ancora non si avvia, lasciala sotto carica per qualche minuto.

Cosa succede se collego i cavi contemporaneamente?

Il cavo positivo e quello negativo non vanno mai collegati alla batteria nello stesso tempo. In caso contrario rischi di provocare un cortocircuito.

Come devono essere i cavi jumper?

È importante utilizzare cavi jumper spessi di buona qualità. I cavi sottili oppongono una certa resistenza a potenze elevate e tendono quindi a surriscaldarsi, soprattutto nelle automobili con un motore potente.

Come resettare la centralina della macchina?

Se desideri ripristinare la tua ECU, procedi nel seguente modo:

  • guida l’auto per circa 15 minuti fino a quando non viene raggiunta la normale temperatura di esercizio
  • apri il cofano e rimuovi il cavo negativo dalla batteria dell’auto. Assicurati che il cavo non tocchi superfici metalliche
  • lascia riposare l’auto per almeno cinque minuti
  • tieni premuto il tasto di reset della centralina per almeno 20 secondi
  • ricollega il cavo e chiudi il cofano.

Cosa fare per mantenere efficiente la batteria dell’auto?

Se non vuoi ritrovarti improvvisamente a piedi, è importante mantenere attiva la batteria.

Per far questo è sufficiente accendere l’auto per qualche minuto, anche da fermi, una volta alla settimana.

Come si fa a capire se la batteria della macchina e scarica?

Le batterie di oggi sono completamente sigillate e sono dotate di un “occhio” per determinare lo stato di carica. Se è verde, la batteria è carica, mentre se è nero lo è al cinquanta percento.

Nel caso sia bianco, è completamente esaurita.

È però difficile fare affidamento esclusivamente su questo. Soprattutto se la batteria invecchia, è consigliabile testarla o farla testare con un apposito tester batteria digitale.

Ciò consente di vedere se è sufficientemente caricata e quali sono le sue condizioni. Se la sua efficienza è diminuita del 50%, potrà causarti dei problemi nei freddi mesi invernali.

Come proteggere la batteria e non trovarla scarica?

Pensi di non utilizzare l’auto per molto tempo? Gli esperti consigliano allora di collegare di tanto in tanto la batteria a un caricabatterie di mantenimento (da attaccare a una presa di corrente).

Questo vale anche se di solito fai dei brevi spostamenti o vai più spesso in bicicletta o con i mezzi pubblici.

Parcheggiare l’auto al chiuso è la cosa migliore, per evitare che il freddo abbia delle ripercussioni sullo stato della batteria.

Posso scollegare la batteria con il motore acceso?

Assolutamente no. I motori delle auto di oggi sono controllati completamente in modo elettronico.

L’elettronica può danneggiarsi seriamente a causa dei picchi di corrente provenienti dall’alternatore.

Quanto dura in media una batteria dell’auto?

Le batterie si stanno evolvendo rapidamente, sono sempre più performanti e hanno meno probabilità di scaricarsi.

Eppure ogni anno ci sono migliaia di persone che stanno per andare al lavoro e scoprono improvvisamente che la batteria è scarica.

Una batteria, del resto, non è progettata per durare per sempre (proprio come quella dello smartphone…). La sua vita media varia da quattro a sei anni.

Se nella zona in cui abiti il termometro scende spesso sotto lo zero durante l’inverno, è probabile che la durata batteria auto sia inferiore, perché tende a scaricarsi più rapidamente.

In questo caso stacca la batteria se pensi di lasciare parcheggiata la macchina per un po’.

Cosa succede se la macchina rimane ferma a lungo?

Se il periodo di inattività della tua auto è piuttosto lungo, ad esempio superiore a un mese, ci potrebbero essere dei problemi alle candelette, alla pompa del carburante o addirittura al motorino di avviamento.

Le spie di solito aiutano a capire di quale problema si tratta, così come la presenza o meno di rumori del motore.

Lascia un commento