Pettorina gatto come si mette?

Il gatto è un animale ritenuto libero e indipendente e solitamente si immagina correre all’aria aperta o arrampicarsi sugli alberi. Può capitare che per qualche motivo, magari di salute, non possa essere lasciato libero e debba vivere in casa, ma questo non significa vietargli di scoprire il mondo! 

Come possiamo fare? Potremmo abituarlo ad indossare una pettorina e  un guinzaglio e regalargli delle belle passeggiate. Probabilmente non avevi mai pensato a questa soluzione e ti starai chiedendo, la pettorina gatto come si mette? Continua a leggere il nostro articolo, ti forniremo informazioni e consigli utili per far vivere questa nuova esperienza al tuo gatto nel miglior modo possibile.

Passaggi

Il tuo gatto vive con te e stai pensando di fargli conoscere il mondo oltre la porta di casa? Bene, con molta probabilità sarà felice di esplorare situazioni del tutto nuove, ma ovviamente non puoi aprire la porta e lasciarlo andare. Dovrai fare abituare il gatto in maniera graduale permettendogli di osservare e memorizzare, ma in sicurezza. 

All’esterno è tutto sconosciuto per lui, pericoli compresi. Quindi, come fare? Avrai bisogno di una pettorina e di un guinzaglio, nuovi oggetti con i quali il gatto dovrà entrare in confidenza. Ricorda che i gatti tendono ad essere diffidenti e i cambiamenti per loro non devono avvenire in maniera netta. 

Prima di mettere la pettorina, il gatto dovrà annusarla per capire che è un oggetto innocuo e la stessa cosa andrà fatta con il guinzaglio. Successivamente dovrai fare indossare la pettorina al gatto per far sì che si abitui al contatto e quando si sentirà a suo agio, potrai agganciare il guinzaglio. 

Ti consigliamo di farlo camminare in casa anche con il guinzaglio che struscia sul pavimento, per lui dovrà apparire tutto normale e quando sarà tranquillo, potrai iniziare a portarlo fuori. Tieni a mente che il cambiamento è notevole, quindi nei primi giorni è consigliabile uscire per pochi minuti per poi aumentare gradatamente il tempo della passeggiata

E non dimenticare le ricompense, nel momento in cui sarai certo che il tuo gatto ha accettato la pettorina e il guinzaglio, dovrai premiarlo con croccantini, biscotti e le meritate coccole. 

Altra raccomandazione importante, le vaccinazioni. Alcuni virus possono permanere nell’ambiente per settimane e anche un eventuale contatto con un gatto infetto potrebbe portare il tuo a contagiarsi e contrarre malattie anche piuttosto serie.

Parte 1 Parte 1 di 3: Comprare la Pettorina

Prima di acquistare la pettorina, devi avere ben chiara qual è la grandezza giusta per il tuo gatto. Ti sarà sufficiente misurare la circonferenza del petto, proprio dietro le zampe anteriori e comunicarla al venditore al momento dell’acquisto. 

La pettorina non deve stringere in nessuna parte del corpo e la misura si può considerare giusta quando riesci a passare solo due dita sotto la fascia. La maggior parte dei modelli ha comunque delle cinghie regolabili per adattarsi a diverse grandezze del gatto e sono realizzate in nylon o neoprene. 

Ricordati che l’utilizzo della pettorina è di gran lunga migliore rispetto al collare e al guinzaglio che possono essere dannosi per la laringe e la trachea e possono provocare problemi di deglutizione.

Parte 2 Parte 2 di 3: Pettorina a “8”

La pettorina a “8” è formata da due collari, uno passa intorno al collo e l’altro intorno al torso del gatto dietro le zampe anteriori. Questi due collari sono uniti sulla schiena in un punto in cui si aggancia il guinzaglio, creando appunto la forma di un 8. 

Il vantaggio di questo tipo di pettorina è di essere più leggera e più facile da indossare, ma al tempo stesso è quella che il gatto riesce a sfilarsi più facilmente. Possiamo quindi dire che è maggiormente indicata per passeggiate brevi e per gatti con un carattere più tranquillo.

Parte 3 Parte 3 di 3: Pettorina a “H”

È un modello molto simile alla pettorina a “8”, da cui si differenzia per la presenza di un’ulteriore cinghia che collega i due collari e scorre sulla schiena del gatto. 

Con molta probabilità il tuo gatto sceglierebbe questo tipo di pettorina perché consente di muoversi più facilmente e di non farsi male ad ogni strattone ed è anche più sicura.

Consigli

A questo punto possiamo darti qualche consiglio e il tuo gatto affronterà al meglio la conoscenza di pettorina e guinzaglio

Vivendo in casa, potrà inizialmente essere ostile nei confronti della pettorina e non amare sentirsi l’imbracatura addosso. Cosa fare? Il nostro consiglio è di fargliela indossare per un po’ di giorni fino a che la percepisca come una normalità, dopodiché potrete iniziare a programmare le vostre passeggiate. 

La vita all’aria aperta potrebbe sembrargli stressante: tieni a mente che ogni cosa per lui rappresenta una novità e quindi potrebbe sembrarti allarmato e spaventato. 

Non costringerlo ad uscire se non vuole, la cosa migliore è rientrare in casa e provare un’altra volta, provando magari a lasciare la porta aperta in modo che possa iniziare a guardare dall’interno. In pratica devi avere pazienza e rispettare i suoi tempi, non tutti i gatti si abituano subito a questi cambiamenti. 

Un altro consiglio è di portarlo fuori regolarmente tutti i giorni partendo da passeggiate di soli cinque minuti e aumentare il tempo piano piano. Il gatto al guinzaglio in questo modo capirà che le passeggiate entreranno a far parte della sua quotidianità, ma tieni sempre il guinzaglio ben saldo

I gatti sono animali cauti e probabilmente paurosi se messi di fronte a stimoli nuovi e per questo potrebbero cercare di correre per nascondersi, con il rischio di sganciarsi dalla tua presa. 

Altro consiglio utile è quello di non uscire in giorni immediatamente successivi alla pioggia. Sai che il senso usato maggiormente dai gatti è l’olfatto? Attraverso l’olfatto identificano gli odori e riescono ad ambientarsi e la pioggia potrebbe aver lavato via degli odori che per un gatto sono essenziali per orientarsi, facendolo sentire in difficoltà. 

In definitiva il tuo compito è quello di portare pazienza perchè abituare il gatto alla pettorina potrebbe richiedere del tempo. Ad ogni azione completata con successo, ricompensalo con biscotti e croccantini. I gatti sono animali così straordinari che a sua volta ti ringrazierà con fusa, baci e strusciatine.

Lascia un commento