Che cosa significa osservatorio astronomico?

Dall’inizio dei tempi, l’uomo ha cercato nel cielo di trovare risposte ai suoi perché. Il primo osservatorio astronomico, quello di Nabta Playa in Egitto, risale addirittura a 7000 anni fa. Ma che cosa significa osservatorio astronomico?

Il termine consta di una verbo di radice latina, observare, che significa esaminare, e da un doppio termine greco, astron (astro) e nomos (legge). 

Il significato, quindi, è: esaminare/indagare la legge degli astri.

Cosa si vede in un osservatorio astronomico?

In un osservatorio astronomico è possibile vedere “da vicino” e studiare lo spazio cosmico e i corpi celesti mediante apposita strumentazione astronomica, come telescopi, spettrografi, spettrometri di massa, interferometri. 

Parte della strumentazione astronomica supporta la rilevazione di particelle come raggi cosmici, nuclei, neutrini, e alcuni strumenti possono rilevare finanche le onde gravitazionali.

Cosa è un osservatorio?

Un osservatorio può essere una località o una struttura preposta a specifiche osservazioni, ricerche o indagini, di varia natura scientifica. 

Gli osservatori possono essere deputati allo studio e all’indagine in diversi campi, come ad esempio:

  • astronomia
  • meteorologia
  • sismica
  • solare 
  • spaziale.

Quanti osservatori astronomici ci sono in Italia?

In Italia sono presenti 24 osservatori astronomici, per lo più appartenenti all’Istituto nazionale di astrofisica. Tra i più importanti troviamo gli osservatori astronomici di Bologna, Padova, Napoli, Milano, Roma e Torino. 

Tra i primi osservatori astronomici in Italia figurano quelli di Bologna, Pisa e Milano (Brera). 

A Napoli, invece, fu istituita la prima cattedra di astronomia all’università nel 1735.

Quando è stato scoperto il telescopio?

Il telescopio venne ideato da Galileo Galilei nell’autunno del 1609. Il padre della scienza moderna trasse spunto da un curioso tubo alla cui estremità vi erano due lenti. Guardando attraverso questo, gli oggetti lontani apparivano più vicini. 

Prima del telescopio, l’unico punto di riferimento per indagare gli astri era fornito dallo spettro elettromagnetico

Come iniziare a osservare il cielo


Domande correlate

Dove vedere l’universo?

Sono diversi i telescopi online grazie ai quali possiamo osservare lo spazio in 3D. 

Su tutti troviamo le app:

  • Sito NASA mostra immagini e video dei principali eventi spaziali
  • WorldWide Telescope sfrutta il telescopio spaziale hubble per navigare tra le stelle ed esplorare le galassie
  • Google Sky consente di vedere la superficie di Marte e della Luna

Quali luoghi al mondo hanno il cielo migliore per l’osservazione astronomica?

Sono stati individuati 12 siti ideali per l’osservazione del cielo e delle stelle, di cui 4 in Italia. Ecco quali sono:

  1. Cerro Paranal (Cile)
  2. Roque de los Muchachos (Spagna)
  3. Mauna Kea (Hawai)
  4. Valle del Elqui (Cile)
  5. Socorro (Usa)
  6. Mackenzie Region (Nuova Zelanda)
  7. Saint-Barthélemy (Italia, V.d’Aosta)
  8. Galloway (Scozia)
  9. Alqueva (Portogallo)
  10. Imperia (Liguria)
  11. Umbria (Italia)
  12. Abruzzo (Italia). 

Come si chiama l’osservatorio astronomico?

L’osservatorio astronomico, chiamato anche centro astronomico, è la sede dedicata allo studio e all’indagine dello spazio e dei corpi celesti. 

Quindi un astronomo cosa studia? L’astronomo indaga e interpreta i fenomeni fisici riguardanti l’Universo e, per questo motivo, viene chiamato anche astrofisico. 

Dove vedere le stelle cadenti in Lombardia?

In Lombardia ci sono diversi luoghi dove puoi osservare le stelle cadenti, su tutti:

  • Piani dei Resinelli (Lecco)
  • Capo di Lago (Brescia)
  • Caldana e Olona (Varese)
  • Valpiana (Bergamo)
  • Parco delle Groane (compreso tra i comuni di Como, Monza e Milano). 

Dove vedere la Via Lattea nelle Marche?

Le Marche sono tra le regioni d’Italia con meno inquinamento luminoso, quindi ideali per vedere la Via Lattea. Tra i punti più suggestivi troviamo:

  • Parco della Gola della Rossa (Ancona)
  • Castello di Pitino (Macerata)
  • Rocca di Monte Acuto (Macerata)
  • Elcito (Macerata)
  • Gola del Furlo (Pesaro)
  • Monte Catria (Pesaro). 

Dove guardare le stelle in Veneto?

Le province di Padova, Belluno e Treviso, dispongono di luoghi tanto suggestivi quanto strategici per osservare le stelle. Su tutti spiccano: 

  • Anfiteatro del Venda, Buso dei Briganti, Pianoro del Mottolone. Tutti punti panoramici presenti sui
  • Colli Euganei (Padova)
  • Colli Alti del Grappa (Treviso)
  • Rifugio Averau, tra le migliori destinazioni per osservare le stelle e la Via Lattea (Belluno). 

Dove si possono vedere le stelle?

Per vedere le stelle abbiamo due possibilità:

  • andare in un osservatorio astronomico aperto al pubblico, ce ne sono da nord a sud della penisola
  • andare in punti strategici come i parchi astronomici o in altura (montagne, rocce, colli), dove l’inquinamento luminoso è minimo, se non completamente assente, così da non alterare i livelli di luce del cielo. 

Cosa è la Specola?

La Specola è il punto più alto di un edificio, nel quale sono presenti gli strumenti e le installazioni necessarie per osservare il cielo e lo spazio. 

Dove si possono vedere le stelle cadenti a Roma?

Sono diversi i luoghi dove poter vedere le stelle cadenti a Roma. I più suggestivi sono:

  • Terrazza del Pincio 
  • Villa Borghese
  • Parco degli Acquedotti
  • Villa Ada
  • Villa Pamphilj
  • Giardino degli Aranci. 

In alternativa, possiamo spostarci verso il litorale romano, in zone come Ostia e Fregene.

Dove guardare le stelle a Brescia?

Alla Specola Cidnea del Castello di Brescia, ogni venerdì sera, è possibile guardare le stelle e i pianeti grazie all’ausilio del telescopio. 

Spostandosi verso la provincia, un altro luogo molto suggestivo per osservare gli astri nel cielo è sicuramente Capo di Lago, frazione del comune di Darfo Boario Terme. 

In quale direzione bisogna guardare per vedere le stelle cadenti?

Non esiste un’unica direzione per osservare le stelle cadenti, anche se la maggior parte delle comete proviene da Nord-Est, tra la costellazione di Perseo e quella di Cassiopea. 

Dove si possono vedere le stelle a Napoli?

Come altre grandi città italiane, Napoli soffre di un forte inquinamento luminoso. Tuttavia, anche nella città partenopea è possibile alzare gli occhi al cielo e osservare le stelle. 

Tra i posti più suggestivi ricordiamo:

  • Parco Virgiliano
  • Terrazza di Posillipo 
  • Parco dei Camaldoli 
  • Salita Moiariello
  • Largo San Martino.

Fuori città, luoghi ideali riguardano le aree di mare, come Pozzuoli, Baia e Bacoli, o in altura, sul Vesuvio o il Monte Faito. 

Come vedere l’Universo in tempo reale?

Grazie ad app come NasaEye, o GoogleSky, possiamo vedere l’universo in qualsiasi momento, comodamente seduti davanti al computer e con pochi click. 

Come guardare lo Spazio?

Internet ci offre la possibilità di guardare lo spazio attraverso app come NasaEye, GoogleSky, o siti come Slooh che, tramite una “space camera”, un vero e proprio osservatorio in orbita, riprende in diretta i vari satelliti nello Spazio. 

Come vedere lo Spazio online?

Le possibilità per vedere lo Spazio comodamente seduti in casa sono tante. Oltre alle app specifiche, possiamo osservare il cielo e l’Universo con dei veri e propri telescopi online, come quelli messi a disposizione da WorldWide Telescope o Hubblesite, telescopio online gratuito della Nasa. 

Quanto costa un telescopio per vedere i pianeti?

Esistono diverse fasce di prezzo per un telescopio che consenta di vedere i pianeti. Più il prezzo cresce e più il telescopio offre una visione nitida di pianeti lontani centinaia di milioni di km. 

I prezzi oscillano dagli 80-90€ in fascia bassa, ai 150-300€ per quelli di fascia media, arrivando oltre i 1000€ per i telescopi più performanti. 

Dove vedere le stelle in Trentino?

Il Trentino, con le sue alte montagne e lo scarso inquinamento luminoso dei suoi comuni, è sicuramente una delle mete ideali per osservare le stelle.

Tra i migliori luoghi ci sono:

  • Ossana, in Val di Sole
  • Terrazza delle Stelle, sul Monte Bondone 
  • Area sciistica della Val di Fassa
  • Val di Fiemme 
  • Castello Tesino, un piccolo comune in provincia di Trento. 

Dove andare a vedere le stelle Colli Euganei?

I Colli Euganei, nell’area del padovano, sono tra i migliori siti per osservare le stelle. Sono tanti i punti da cui possiamo godere di un cielo stellato. Tra questi annoveriamo:

  • pianoro del Mottolone
  • salto delle volpi
  • sasso delle eriche
  • Terrazza di Ercole
  • Monte Ceva
  • Monte Gemola
  • buso dei briganti. 

Fonti: 

Spettro elettromagnetico – https://www.astronomiamo.it/DivulgazioneAstronomica/Area/Universo%20e%20sua%20osservazione/Lo-spettro-elettromagnetico-e-le-radiazioni-dei-corpi-celesti 

Lascia un commento