Come riconoscere un capodimonte originale?

Le porcellane danno un tocco di arredamento in più alla casa. Se poi sono antiche, puoi essere sicuro sul fatto che hanno anche un certo valore. Le più pregiate sono le famosissime ceramiche napoletane di Capodimonte. Tuttavia, bisogna fare attenzione, perché è molto facile ritrovarsi dei falsi tra le mani. Sai come riconoscere un Capodimonte originale?

Domande Frequenti

Quanto vale una statuetta di Capodimonte?

Il valore di una statuina ceramica di Capodimonte varia in base alla sua grandezza. Si possono spendere poche decine di euro, fino ad arrivare a pezzi del valore di 15000 euro!

Come si riconosce una ceramica di Capodimonte?

La porcellana di Capodimonte è fatta con un’argilla che si trova solo nel rione di Capodimonte, a Napoli, da cui prende il nome. Questo tipo di argilla è una pasta su cui la vernice prende un aspetto tale da farla assomigliare all’avorio. Inoltre, la superficie, una volta verniciata, diventa di una consistenza traslucida e quasi vellutata al tatto.

Quanto valgono le statuine di Capodimonte?

Essendo una ceramica pregiata, le statuine hanno un valore molto alto. In termini monetari, si può spendere dai 50 euro fino a 10000 euro, ma, qualora si avesse in casa una porcellana di Capodimonte, qualsiasi sia la sua grandezza, potete essere sicuri di avere un piccolo tesoro che può aumentare di valore, dal momento che non è un materiale diffuso.

Qual è il simbolo del Capodimonte?

Il simbolo per eccellenza delle ceramiche Capodimonte è una N blu con una corona sopra. Questo simbolo ha subito diversi cambiamenti nel corso dei secoli, ma la base è rimasta uguale. Attenzione, però, perché, sfortunatamente, non può essere considerato un metodo sicuro per distinguere una porcellana di Capodimonte originale. Infatti, questo simbolo varia anche in base all’artigiano. Inoltre, vanta innumerevoli imitazioni. Non è da usare, quindi, come unico metro di giudizio per valutare la ceramica che si ha di fronte.

Come si riconosce la porcellana?

La porcellana è riconoscibile dalla pesantezza dell’oggetto e, soprattutto, dagli strati di smalto. Inoltre, se la porcellana è antica, presenterà delle piccole crepe sulla sua superficie.

Quali sono le porcellane più pregiate?

Oltre alle porcellane Capodimonte, quella più pregiata è la Bone China, una ceramica usata in Inghilterra di cui esistono molti marchi. I più famosi sono i seguenti:

  • Royal Worcester
  • Coalport
  • Royal Crown Derby

Come valutare un servizio di piatti?

Un servizio di piatti può essere valutato secondo i più comuni metodi per distinguere la ceramica di qualità:

  • peso
  • colore
  • qualità della vernice

Se il servizio è antico, per capirne l’autenticità bisogna stare molto attenti anche ai disegni, che devono essere coerenti con l’epoca in cui si suppone sia stato fabbricato. Non è raro, infatti, che anche ceramiche realmente antiche siano state contraffatte all’epoca in cui sono state fabbricate.

Come riconoscere la porcellana dalla ceramica?

Anche se i termini sono spesso usati come sinonimi, in realtà la porcellana è diversa dalla ceramica. Infatti, la porcellana è un derivato della ceramica arricchito con caolino e quarzo.

Come capire se è ceramica?

La ceramica è ben riconoscibile alla vista e al tatto, in base al peso e alla delicatezza. Esistono diversi tipi di ceramica, dalle più comuni alle più rare e pregiate.

Come riconoscere le statue di Capodimonte?

Le statuine di Capodimonte sono fatte principalmente a mano. Sono piuttosto pesanti e ritraggono spesso soggetti umani, come, per esempio, pastorelli, abbinati a composizioni di fiori. L’autenticità di una porcellana di Capodimonte è data anche dalla sua superficie, che riporta colori tenui e vellutati al tatto. Se si trova una porcellana con queste caratteristiche, inevitabilmente recherà sotto di sé il famoso marchio formato da un N blu incoronata.

Chi compra Capodimonte?

Le ceramiche Capodimonte vengono acquistate dai collezionisti e da mercanti di antiquariato.

Dove fanno le ceramiche di Capodimonte?

Le ceramiche Capodimonte vengono prodotte nel rione di Napoli da cui prendono il nome: Capodimonte, appunto. Solo in questa zona è possibile estrarre l’argilla che serve a creare questa finissima porcellana.

Come riconoscere le statuine di Capodimonte?

Le statuine di Capodimonte si distinguono grazie alla consistenza vellutata della vernice e al colore latteo, che le rende così raffinate e uniche nel loro genere. Le composizioni floreali di Capodimonte, inoltre, sono sempre e chiaramente fatte a mano.

A cosa è dovuta la colorazione bianca delle porcellane di Capodimonte?

Il colore delle porcellane Capodimonte è dovuto al caolino, un’argilla polverosa e bianca che rende possibile anche la distinzione tra la ceramica e la porcellana. Quando si lavora questa particolare ceramica, si tende sempre a utilizzare un colore pastello per non rovinarne la resa. Non è raro, inoltre, che alcuni elementi non vengano affatto colorati, per mantenere intatta la tinta originale della porcellana.

Quante opere ci sono a Capodimonte?

Il Museo Nazionale di Capodimonte si trova nell’omonimo quartiere di Napoli. È stato allestito all’interno della Reggia di Capodimonte e attualmente ospita una collezione di dipinti antichi, una di arte contemporanea e un appartamento storico. Le opere contenute nel museo sono 1220 e includono pitture, statue e arazzi.

Come riconoscere una buona porcellana?

Ci sono diversi elementi per distinguere una porcellana di qualità dai tentativi di imitazione:

  • il peso;
  • la robustezza (la porcellana è più resistente e performante della ceramica);
  • lo strato superficiale. Se nuova, la superficie della porcellana sarà liscia e, picchiettandola con l’unghia, emetterà un tintinnio simile a quello del vetro. Se antica, basterà osservarla bene: ci saranno delle piccole crepe e qualche bozzo che, però, non ne pregiudicano la funzione.

Qual è la migliore porcellana?

Esistono diverse porcellane di alta qualità:

  • La porcellana Bone China, prodotta in Inghilterra su imitazione delle ceramiche dell’antica Cina. Ci sono diverse marche inglesi che la utilizzano per produrre piatti e tazze.
  • Ceramica Capodimonte, prodotta a Napoli e famosa in tutto il mondo per i soggetti bucolici e floreali.
  • La Porcellana Royal Copenaghen, distinguibile per i suoi disegni blu cobalto su fondo bianco.

Fonti:

Deabyday: https://www.deabyday.tv/casa-e-fai-da-te/arredamento/guide/5541/Come-riconoscere-autentiche-ceramiche-d-antiquariato.html 

Turismo.it: https://www.turismo.it/tradizioni/articolo/art/4-cose-da-sapere-sulle-ceramiche-di-capodimonte-id-12735/

Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Museo_nazionale_di_Capodimonte 

Lascia un commento