Come abituarsi al cambio automatico?

È il momento di acquistare una nuova macchina ed ecco che si presenta il dilemma del cambio: manuale o automatico? Restare fedele ai vecchi frizione, freno e acceleratore o sperimentare la novità? 

Gli amanti della guida probabilmente preferiranno la tipologia tradizionale per poter intervenire sulla guida e avere più controllo, mentre chi predilige una guida più rilassante potrebbe optare per quello automatico. E, in questo caso, come abituarsi al cambio automatico? Basta osservare le giuste accortezze per godere appieno dell’esperienza di guida.

Come si guida in montagna con cambio automatico?

Guidare la macchina con il cambio automatico su strade di montagna richiede qualche accorgimento particolare. Sia nelle salite che nelle discese ripide, il cambio potrebbe inserire un rapporto di marcia superiore oltre un certo numero di giri del motore.

In salita ciò può causare un rallentamento, con l’eventuale necessità di ricorrere al kick down,  mentre in discesa si rischia un aumento della velocità, che costringe il guidatore a ricorrere troppo spesso all’uso dei freni. Se l’autovettura è dotata di un cambio con blocco dei rapporti, si possono fissare quelli ideali sia per percorrere le salite che le discese.

Come trattare il cambio automatico?

Per ottenere il meglio dal tuo cambio automatico ed evitare di danneggiarlo, può essere sufficiente osservare pochi ma preziosi accorgimenti:

  • non mettere in folle durante la marcia per ridurre il consumo di carburanti e freni
  • accelerare in maniera lieve e costante se non si ha bisogno della spinta in accelerazione
  • impostare la marcia avanti o indietro soltanto a veicolo fermo
  • premere il pedale del gas a fondo (kick down) per raggiungere la massima accelerazione
  • usarlo con il motore al minimo per piccoli movimenti, evitando di premere il pedale del gas
  • usare di rado il cambio manuale per ridurre il rischio di malfunzionamenti del sistema
  • premere freno e acceleratore contemporaneamente può provocare danni alla frizione
  • inserire il freno a mano soltanto a veicolo fermo per non danneggiare la frizione.

Come spegnere una macchina con cambio automatico?

Innanzitutto bisogna distinguere tra sosta breve o prolungata. Se la sosta è breve, si può mettere in folle perché il veicolo non è in movimento. In caso di sosta prolungata è necessario tenere il piede sul pedale del freno, selezionare la lettera P (parcheggio) con il cambio e infine togliere l’alimentazione.

Come usare il cambio automatico in discesa?

Nelle discese, soprattutto se particolarmente ripide, un rapporto di marcia più alto può far aumentare la velocità, rischiando di compromettere il sistema frenante. Alcuni cambi sono dotati di una funzione che consente di bloccare i rapporti, cioè si possono fissare quelli ideali sia per le discese che per le salite.

Cambio AUTOMATICO: come funziona e come si usa?


Domande correlate

Come ci si accorge che si sta rompendo il cambio automatico?

Il cambio automatico necessita di manutenzione per poter durare più a lungo e la sua rottura dipende spesso dalla mancanza di olio del cambio o dalla presenza di un olio troppo sfruttato. Come accorgersene? È la partenza ad avvisarci, non sarà più fluida come lo è normalmente ma si avvertirà uno scatto muovendoci sia in avanti che in retromarcia.

Quanto conviene il cambio automatico?

Il cambio automatico conviene se si utilizza l’auto soprattutto in città, poiché l’assenza della frizione rende la guida meno stressante e consente di guidare quasi senza togliere le mani dal volante. Va considerato che le vetture con il cambio automatico hanno un costo maggiore e comportano un maggior consumo di carburante. È bene quindi valutare questi elementi al momento di decidere quale auto acquistare.

Come si mette in moto una macchina con cambio automatico?

Avviare una macchina con cambio automatico è più semplice di quanto si possa pensare. Basta schiacciare il pedale del freno, girare la chiave, posizionare la leva sulla lettera D (Drive) e premere l’acceleratore.

Quanto costa in più il cambio automatico?

Nel caso si volesse sostituire il cambio manuale della propria auto con quello automatico, bisogna mettere in conto una spesa maggiore. Non è possibile fare una stima precisa: il costo dipende dal modello di automobile e dai tipi di cambio automatico. Tuttavia si può stimare una spesa che arriva ai 2.000 euro, ai quali va aggiunta la manodopera per l’installazione, che richiede molto tempo ed è piuttosto laboriosa.

Cosa significa la lettera B nel cambio automatico?

La lettera B sul cambio automatico sta a significare Brake, ossia frenata. Questa modalità aumenta la resistenza elettrica del motore quando si decelera: la velocità in discesa si riduce, aumentando l’effetto freno motore e aumenta l’intensità del recupero energetico.

Quali sono i cambi automatici più affidabili?

I cambi automatici più affidabili sono quelli a doppia frizione, che sono anche i più costosi. Una frizione gestisce i rapporti pari e l’altra quelli dispari e, in questo modo, i cambi tra un rapporto all’altro sono molto più veloci. Se ne possono apprezzare i lati positivi soprattutto durante i viaggi lunghi e per uno stile di guida a ritmo lento.

Come si usano le palette al volante?

Le palette consentono di cambiare la marcia con un semplice tocco. Sono due e sono poste dietro il volante. La paletta di sinistra serve a scalare le marce e quella di destra ad aumentarle. È sufficiente tirare verso di sé un po’ la paletta fino a sentire un piccolo scatto: in questo momento l’automobile ha eseguito il comando.

Quanto costa un cambio automatico DSG?

Il cambio automatico DSG (Direst Shift GearBox) è un cambio elettronico di ultima generazione a doppia frizione, che può essere usato sia in maniera automatica che semiautomatica. Ha numerosi vantaggi e qualche svantaggio, tra cui quello del prezzo non proprio accessibile a tutti. Il costo di un cambio DSG può superare abbondantemente i 2.000 euro.

Quanto dura la frizione cambio automatico?

Usare il cambio automatico garantisce una durata maggiore alla frizione rispetto al cambio manuale. La gestione automatica del cambio non prevede l’interferenza da parte del conducente sul pedale della frizione  e ciò si traduce in una minore usura. Approssimativamente, una frizione può arrivare a 300.000 km, praticamente la durata della vita di un’autovettura.

Cosa non fare con il cambio automatico?

Per mantenere in funzione il più a lungo possibile il cambio automatico, è bene osservare alcune regole:

  • non spostare troppo frequentemente la leva del cambio
  • non inserire le marce quando l’autoveicolo non è completamente fermo
  • non mettere in folle quando l’autoveicolo è in movimento
  • non effettuare le partenze in modo aggressivo

Che marcia si mette in discesa?

Per evitare di ricorrere troppo spesso all’impiego del sistema frenante, in discesa si può scegliere di passare alla modalità semi-automatica. In questo modo si può scegliere la marcia migliore per affrontare la discesa.

Come è fatto un cambio sequenziale?

Un cambio sequenziale è decisamente diverso da quello manuale: ha una leva che si attiva tramite 2 movimenti, uno in su e l’altro in giù 

Come si usano i paddle?

I paddle o palette, situati dietro al volante, servono per scalare o aumentare le marce con un comando decisamente facile e pratico. La paletta di sinistra serve per scalare le marce, quella di destra per aumentarle.

Chi produce i cambi automatici?

Oggi tra i produttori più importanti di cambi automatici troviamo senz’altro: 

  • la tedesca Getrag per i doppia frizione 
  • ZF (Germania) e Aisin (Giappone) per quelli con convertitore 

Per quanto riguarda i CVT, cioè i cambi a variazione continua, molte case automobilistiche li producono autonomamente, come fa la Subaru.

Quanti sono i cambi automatici?

A oggi esistono 4 tipi di cambio automatico:

  • il cambio automatico a convertitore di coppia
  • il cambio automatico robotizzato
  • il cambio a variazione continua
  • il cambio automatico a doppia frizione

Quanto costa cambiare il cambio di una macchina?

La sostituzione del cambio di una macchina ha un costo che va dai 4000 agli 8000 euro e la spesa è più elevata per quanto riguarda il cambio automatico rispetto a quello manuale.

Come si usa il cambio automatico della Yaris ibrida?

Partiamo dalla posizione dell’interruttore POWER in modalità ON. Si deve spostare la leva del cambio tenendo premuto il pedale del freno. È necessario accertarsi che il pedale del freno sia premuto e l’autoveicolo completamente fermo prima di passare da una posizione all’altra:

  • da posizione P (Parcheggio) a un’altra posizione 
  • da posizione D (Guida) a R (Retromarcia) o P (Parcheggio) 
  • da R (Retromarcia)  a P (Parcheggio), D (Guida)  o B (Freno motore). 

Cosa significa P nel cambio automatico?

Nel cambio automatico la lettera P sta per Parking e indica la posizione che il cambio deve assumere dopo aver parcheggiato. Questa situazione impedisce qualsiasi movimento della vettura perché blocca le ruote e l’albero di trasmissione.

Lascia un commento