Cistite: cosa mangiare a colazione?

Quando facciamo spesso pipì ci capita di pensare subito: ho la cistite.

A volte può essere vero ma non sempre un’aumentata frequenza della minzione corrisponde alla cistite, che è invece una vera e propria infezione della vescica.

Per guarire dalla cistite serve usare un antibiotico per cistite: questo è poco ma sicuro.

Esistono anche dei rimedi naturali per tenere a bada i fastidiosi sintomi della cistite!

È importante fare attenzione ai cibi che assumiamo ed ecco la domanda a cui risponderemo in questo articolo.

Cistite, cosa mangiare a colazione?

Che cos’è la cistite?

Con il termine cistite si intende comunemente un’infiammazione della mucosa della vescica.

La cistite può presentarsi in maniera acuta oppure può manifestarsi più volte, assumendo un andamento cronico.

A causare l’infezione delle vie urinarie sono quasi sempre i batteri.

Ma quali batteri, in particolare?

In genere si tratta di batteri che popolano abitualmente l’ultimo tratto dell’intestino. Il batterio più frequentemente implicato è Escherichia Coli.

Questi batteri possono giungere in vescica passando dall’esterno: attraversano l’uretra e risalgono nella vescica, causando fastidiose irritazioni della mucosa vescicale (talvolta come cistite interstiziale).

Data la vicinanza dei genitali esterni con l’ano, la cistite è più frequente nel sesso femminile. Altro fattore che aumenta l’incidenza di cistite è l’età.

Si calcola che più del 20% delle donne soffre o ha sofferto almeno una volta nella vita di cistite.

La cistite può essere causata anche da altri germi, che colonizzano la vescica:

  • Per via ematica
  • Per contiguità da organi vicini (ad esempio, una fistola entero-vescicale)

NON SOLO E.COLI

Tanti altri batteri possono causare la cistite, molti dei quali sono normali commensali della nostra cute o del tratto digerente. Molto frequenti sono gli Streptococchi e gli Stafilococchi.

Quali sono i sintomi della cistite?

In alcuni casi la cistite può essere totalmente asintomatica. Per intenderci, la classica cistite senza bruciore.

Ci si può accorgere dell’infezione svolgendo dei normali esami del sangue, che possono mostrare alcuni parametri caratteristici:

  • Leucocitosi (segno di reattività del sistema immunitario a un’infezione)
  • Ematuria (presenza di tracce di sangue nelle urine)

Molto più spesso però, la cistite dà dei forti segni di sé. Anzi, questa patologia può essere assai fastidiosa.

Vediamo insieme quali sono i principali sintomi della cistite acuta:

  • Minzione dolorosa – Si può manifestare bruciore mentre o subito dopo che si urina
  • Urgenza minzionale – Bisogno frequente di urinare
  • Pollachiuria – Aumento del numero delle minzioni ma con poca urina emessa
  • Urine maleodoranti, torbide e scure
  • Presenza di sangue nelle urine
  • Febbre

Nella cistite cronica i sintomi possono essere più sfumati. Raramente è presente febbre.

Cistite: cosa non mangiare per colazione

Ed eccoci arrivati alla “ciccia”, alle risposte per il tuo quesito “cistite, cosa mangiare a colazione?”.

Ebbene, le regole da rispettare sono poche e semplici.

Devi evitare alcuni alimenti che possono essere causa di irritazione vescicale, prediligendo quelli che invece hanno un effetto lenitivo o di potenziamento del sistema immunitario.

Eccoti alcuni consigli. 

Iniziamo con cosa NON mangiare quando hai la cistite!

Cibi zuccherati

Lo zucchero è il nemico giurato della cistite!

I cibi zuccherati – di cui la colazione all’italiana è in gran parte composta – possono contribuire al peggioramento dell’infiammazione vescicale.

I batteri proliferano dove c’è zucchero. 

Più li teniamo “a stecchetto” e meno l’infezione tenderà a recidivare.

Cerca di evitare quindi i cibi zuccherati, come i cornetti o i biscotti molto dolci. Lascia da parte anche Nutella e marmellate varie.

Fai colazione con un cornetto vuoto e non molto dolce. Oppure puoi scegliere dei biscotti integrali, senza zuccheri aggiunti o fatti in casa.

Anche i cereali integrali non zuccherati possono essere un’ottima soluzione (ma evita quelli con le scaglie di cioccolato!).

Cioccolato

Anche il cioccolato può peggiorare l’infiammazione della vescica.

Lo so, è difficile farne a meno a colazione ma il cioccolato, analogamente agli zuccheri, può favorire il perpetrarsi dell’infezione.

Almeno finché dura la fase acuta della vescica, dovresti evitare il cioccolato e l’uso del cacao per la tua colazione.

Alcuni frutti

Parliamo principalmente degli agrumi e delle fragole.

Anche questi frutti possono irritare la mucosa urinaria, facendo cronicizzare la cistite.

Prova a sostituirli con frutta secca e cereali, magari in una bella tazza di latte di riso: la colazione perfetta contro la cistite!

Latte

Ebbene sì, anche il latte può creare problemi.

Ma allora che mangio? – dirai tu.

Non temere, esistono molte valide alternative. Puoi consultarle nel capitolo successivo dedicato a “cosa mangiare con la cistite”!

In ogni caso, devi sapere che il latte scremato non è molto irritante e puoi berlo anche se hai la cistite.

Alcol

Chi è che beve alcol a colazione?

Sì, è vero, è raro farsi un bicchiere di rum a secco al mattino.

Tuttavia devi considerare che, in alcune zone d’Italia, è molto diffusa l’abitudine del caffè corretto a colazione. 

Devi anche tener conto del fatto che l’alcol viene spesso usato per conservare le merendine confezionate o come ingrediente di alcuni dolci.

Ecco, evita qualsiasi prodotto contenga alcol, il più potente agente infiammatorio per il nostro organismo.

E A PRANZO?

Anche altri alimenti possono fare male per la cistite, che inseriamo normalmente nei nostri pranzi e nelle nostre cene. Parlo soprattutto delle spezie irritanti, come pepe e peperoncino, che andrebbero assolutamente evitati quando si soffre di cistite!

Cistite: cosa mangiare per colazione

Non sono molti i cibi che ci FANNO BENE per la cistite.

Più che altro ci sono degli alimenti che sono degli ottimi sostituti dei cibi proibiti che abbiamo appena visto. 

Dai un’occhiata: possono svoltarti la colazione!

Latte di riso, latte di soia, yogurt

Cerchi un latte senza zuccheri aggiunti per la tua cistite?

Facile, puoi affidarti al latte di riso oppure al latte di soia. 

Non sono semplici surrogati del latte vaccino, bensì delle bevande super-gustose e ricche di tantissimi nutrienti benefici per il nostro corpo.

Se invece non vuoi rinunciare al piacere del latte vero, puoi sostituirlo con dello yogurt senza zuccheri.

Mi raccomando però, senza aggiungerci cioccolato e altre dolciumerie.

Mirtillo Rosso

I mirtilli, grazie alla loro azione disinfettante, sono molto utili per combattere l’infezione alla base della cistite.

Può essere una buona idea bere per colazione un bel bicchiere di succo di mirtillo rosso.

Puoi acquistarlo già pronto oppure, ancora meglio, estrarlo dal frutto fresco con l’ausilio di un estrattore!

Frutta e verdura

La verdura a colazione?

Certo! Frutta e verdura sono ricche di vitamina C, antiossidanti e sostanze antinfiammatorie, che possono aiutarti a liberarti una volta per tutte dalla cistite.

Puoi preparare un infuso, magari di timo o malva. 

Puoi fare un succo, mescolando mela verde e finocchio con l’ausilio di un estrattore.

Puoi affidarti ad alcuni frutti, particolarmente ricchi di antiossidanti, come il pompelmo, l’uva la pera.

Insomma: più frutta e verdura a colazione e meno cornetti.

Cereali integrali

Aumenta il consumo di alimenti come i cereali integrali.

Le fibre che contengono hanno proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che li rendono degli alleati formidabili nella guerra alla cistite.

Un bel pugno di fiocchi d’avena integrali in un bicchiere di latte di riso ed è fatta: la tua colazione a prova di cistite è pronta!

RICORDA

Tre regole per una colazione perfetta contro la cistite: elimina gli zuccheri, evita gli agenti irritanti e aggiungi più fibre che puoi!


Fonti:

Lascia un commento