Chi è la termite?

La termite è un insetto terrestre di piccole dimensioni, spesso confuso con la formica, ma dal colore più chiaro. Viene infatti talvolta chiamata anche erroneamente “formica bianca”.

Le termiti hanno probabilmente il livello più alto di organizzazione sociale fra le colonie di insetti: sono infatti governate da una forte gerarchia interna, che comprende operai, soldati, riproduttori, re e regine.

Considerate distruttive per la loro estrema voracità, le termiti aggrediscono il legno secco e marcio, per mangiarne la cellulosa, che trovano anche nei funghi e nelle foglie, nella carta, nel cartone, nelle stoffe di cotone, nelle travi di legno e nei mobili che abbiamo in casa. 

Ma in realtà insetti come le termiti hanno in realtà una grande importanza ecologica per l’ecosistema terrestre.

In questo articolo cercheremo di spiegare in dettaglio chi è la termite.

Che aspetto hanno le termiti?

Le termiti sono della specie degli isotteri, cioè insetti molto piccoli e simili alle formiche, con colori uniformi che vanno dal nerastro al giallastro, e una lunghezza tra i 4 e i 15 mm.  

Possono essere dotati di ali, trasparenti e lunghe il doppio del corpo, oppure no. 

L’insetto non alato è di forma allungata e colore biancastro.

La testa delle termiti è dotata di mandibole molto sviluppate e robuste con cui frantumano il legno per nutrirsene.

Utilizzano le antenne per rilevare il tatto, il gusto, gli odori, la temperatura e le vibrazioni. 

Vivono in colonie di dimensioni variabili e costituiscono nidi con vari materiali, con cumuli di terra, per sostenere la colonia, che possono raggiungere anche i 3 metri di altezza, anche se la maggior parte sono molto più piccoli. 

Dove si nascondono le termiti?

Le termiti odiano la luce e si muovono al buio, e questo naturalmente rende DIFFICILE trovare il punto dove c’è una possibile infestazione.

Di solito, trovandosi all’interno del legno, lo rosicchiano con voracità, lasciandone visibile uno strato superficiale all’esterno, che non permette alla luce di penetrare e che rende praticamente impossibile vederle.

A cosa serve la termite?

Insetti come le termiti hanno una grandissima importanza ecologica nel nostro sistema. 

Se pensiamo che le termiti divorano circa un terzo di tutto quanto prodotto ogni anno dalle piante, e che questa produzione è praticamente continua, pensiamo a cosa succederebbe nel nostro ecosistema se la produzione di materia vivente non venisse demolita con la stessa velocità con cui viene formata.

Sicuramente il sistema entrerebbe in crisi!

Inoltre, distruggendo il legno e i residui organici e vegetali, le termiti liberano i nutrenti nel terreno, che in tal modo viene fertilizzato.

Come riconoscere se si hanno le termiti in casa?

Le termiti, con le loro robuste mandibole, diventano pericolose quando ti entrano in casa, perché – nutrendosi di legno – possono andare ad intaccare i tuoi mobili e parti della casa come le travi in legno.

In questo caso non possiamo non intervenire!

Abbiamo visto che le termiti sono insetti piccoli e molto simili ad una formica. Se la termite ha le ali, queste sono sempre visibili, trasparenti e molto lunghe: circa il doppio del corpo. 

Mentre nelle forme non alate la termite è allungata e bianco-giallastro.

Per capire se questi insetti sono già installati in casa, si può provare a lasciare in giro dei cartoncini imbevuti di acqua impilati l’uno sull’altro, in posti come cantine e solai e nelle intercapedini dei mobili.

Poiché le termiti sono golose di cellulosa, saranno attratte da questi cartoncini che funzionano da esca, e puoi star certo che se i cartoncini si riempiono di animaletti, le termiti sono in casa.

Ripeti allora l’operazione più volte, avendo cura di eliminare i cartoncini bruciandoli. 

Domande frequenti

Come si distruggono le termiti?

Per combattere le termiti si può usare anche un metodo biologico, vale a dire i parassiti naturali come i vermi nematodi.

I vermi nematodi si acquistano nei negozi di giardinaggio e vanno conservati ad una temperatura non superiore ai 15°.

Questi si insedieranno sul loro ospite, causandone la morte entro 48 ore

I vermi nematodi vanno usati alla sera perché la luce del sole per loro è letale.

Come distruggere le termiti?

Le termiti consumano legno e possono causare gravi danni, soprattutto perché restando nascoste, la loro esistenza non è evidente finché il legno non è danneggiato.

Un metodo molto efficace per liberarsene è quello delle esche alimentari, a base di latte condensato e acido borico.

Ma come costruire queste esche?

  • prendi un recipiente di legno
  • versa nel recipiente una piccola quantità di acido borico e di latte condensato e mescola il tutto con un cucchiaio di legno sino a quando il composto è un po’ più solido
  • a questo punto metti un paio di guanti e inizia a creare delle palline come esca

Perché la formazione della ruggine è una reazione chimica?

La ruggine è una patina bruno-rossiccia che appare sui materiali ferrosi e si forma per mezzo di un processo elettrochimico. 

L’ossigeno, l’umidità dell’aria o l’acqua sono i componenti che attivano il processo di corrosione di moltissimi metalli. 

L’idrossido ferrico reagisce infatti con l’anidride carbonica che si trova nell’acqua formando un carbonato, cioè un solido scaglioso, friabile, noto appunto come ruggine.

Come si dice termiti?

La pronuncia corretta della parola è “tèrmite” con accentazione sdrucciola, come nella parola tardo-latina da cui deriva: “tèrmitem”. 

La pronuncia termìte, con accentazione piana, è errata.

In che periodo escono le termiti?

La sciamatura delle termiti avviene in primavera e in estate. In primavera inizia infatti la costruzione del termitaio, perché dopo il volo nuziale, i reali perdono le ali e iniziano a costruire il nido.

Quanto costa una disinfestazione da termiti?

Se hai deciso di ricorrere a una ditta specializzata per la disinfestazione dalle termiti, questa verrà effettuata da esperti del settore tramite tecniche e prodotti specifici in grado di garantire risultati sicuri e definitivi in poco tempo. 

Il costo della disinfestazione dalle termiti può variare e partire dai 70 euro per arrivare fino ad un prezzo massimo di 500 euro.

Come eliminare le termiti naturalmente?

Eliminare le termiti non è facile, ma provare un rimedio naturale non costa nulla, e potrebbe rivelarsi la soluzione giusta.

La canfora è una sostanza di aspetto simile al sale, dall’odore forte, che si usa come insetticida naturale

Forse puoi ricordare questo odore proveniente da qualche vecchio armadio della tua infanzia; ebbene sì, è un rimedio usato dalle nostre nonne.

Fai attenzione a evitare di fare entrare in contatto la canfora con i vestiti appesi nell’armadio, o con le maglie dei cassetti, perché la canfora li macchierebbe.

Puoi mettere la canfora in sacchetti di cotone ben chiusi, oppure adoperare una semplice boccetta.

Se proprio non sopporti l’odore della canfora, usa della buccia d’arancia per attenuarlo. 

La buccia dell’arancia aiuta a dare una piacevole profumazione, ma non è necessaria per eliminare le termiti. 

La buccia d’arancia va comunque sostituita almeno una volta a settimana.

Quanto tempo vivono le termiti?

Secondo la scienza, le termiti regine possono vivere per molti anni, anche un decennio, purché si trovino in condizioni ottimali.

Le termiti operaie e le termiti soldato non vivono di solito più di due anni.

Come curare le punture degli acari del legno?

Sei stato punto da un acaro del legno?

Se non ci sono particolari complicazioni, puoi assumere un antistaminico per bocca, abbinandolo a una crema cortisonica e antibiotica da applicare sulla pelle. 

Può essere necessario anche assumere cortisone per bocca. 

La cosa importante è tenere monitorata la puntura e verificare che il ponfo non si sia infettato.

Come eliminare le formiche dalle travi di legno?

Oltre alle termiti – che si nutrono del legno – esistono anche le formiche falegname o carpentiere, che NON mangiano il legno ma lo utilizzano come rifugio, per fare il nido e deporre le uova.

Per eliminare queste formiche un insetticida sparato a casaccio non serve e ti farebbe spendere solo dei soldi inutilmente, in quanto le loro colonie possono essere formate da migliaia di insetti.

Quindi quelle raggiungibili con l’insetticida sono davvero la minima parte.

Esistono però dei gel in commercio, molto appetibili per le formiche e innocui per l’uomo, che le formiche porteranno all’interno del loro nido, e che essendo avvelenati provocheranno l’auto-distruzione della colonia.

Come si legge upupa?

La pronuncia corretta è” ùpupa”, con accentazione sdrucciola, cioè sulla prima u, come dal latino “ùpupam”.

La pronuncia “upùpa”, con accentazione piana, è un errore.

Come si spiega la formazione della ruggine?

La formazione della ruggine ha origine quando l’acido attacca il ferro e l’acqua si scompone in idrogeno e ossigeno. 

L’ossigeno libero e il ferro disciolto formano ossido di ferro. Una volta che inizia la ruggine, continua a corrodere il metallo.

Quanto ci mette a formarsi la ruggine?

Se sulla superficie ci sono dei sali, questi si sciolgono nell’acqua e formano una soluzione elettrolitica, che dà origine a una cellula di corrosione

Da questo momento possono bastare anche solamente 30 minuti per causare l’arrugginimento visibile della superficie.

Qual è il processo di formazione della ruggine?

La ruggine si sviluppa sui materiali ferrosi come una specie di patina rossastra e grumosa.

La ruggine nasce spontaneamente come risultato del processo di ossidazione del ferro, in presenza dell’ossigeno naturalmente contenuto nell’aria e nell’acqua.

Come usare l’acido borico contro le termiti?

L’acido borico può essere usato per creare piccole esche con il latte condensato, per attrarre le termiti.

Eventualmente si possono aggiungere anche dei vermi parassiti delle termiti.

Come usare l’acido borico per gli scarafaggi?

Blatte e scarafaggi sono attratti dal cibo, perciò per eliminare questi ospiti fastidiosi sarà sufficiente creare un’esca alimentare.

Inserire l’acido borico dentro il cibo e farne una pallina attirerà inevitabilmente gli insetti.

Una volta ingoiata l’esca, l’acido borico agisce sull’apparato digestivo di blatte e scarafaggi, devastandolo e procurandone la morte.

Come arrivano le termiti?

Le termiti abbandonano i loro rifugi, e arrivano servendosi di gallerie sotterranee che le proteggono dalla luce e che sono vicine alla nostra abitazione.

Sono il legno, l’umidità e il calore che attirano le termiti e sono l’ideale per far proliferare un termitaio.

Le termiti sono in grado di passare attraverso gallerie e sistemi di canalizzazione, sino a raggiungere anche le nostre case, attratte dal riscaldamento in quanto amanti del caldo.

Per prevenire, osserva queste poche regole:

  • attento ai tubi che perdono o ai ristagni d’acqua
  • sigilla finestre, porte ed eventuali crepe
  • la legna per il camino, tronchi e rami in genere conservali sempre lontano da casa 

Come sapere se ci sono ancora i tarli?

Capire se hai ancora gli odiati tarli delle termiti in casa non è un’operazione particolarmente difficile!

Ecco alcuni indizi che ti possono senz’altro aiutare:

  • presenza di segatura di legno, ovvero quella polverina finissima derivata dal rosicchiamento del legno che fanno i tarli, e che di solito si trova sul pavimento, in prossimità delle travi, o nei cassetti, o sotto i piedini dei mobili 
  • presenza di buchini sul legno, i cosiddetti fori di sfarfallamento
  • rumore di rosicchiamento o ticchettio proveniente dal legno
  • ritrovamento di tarli adulti

Cosa odiano le termiti?

Le termiti odiano l’acido borico, molto efficace contro le termiti che infestano il legno e che puoi usare come antisettico, insetticida e disinfettante e particolarmente efficace proprio contro le termiti del legno.

Lascia un commento