Chi brucia le verruche?

A chi non è capitato mai nella vita di trovarsi una verruca?

Queste brutte escrescenze presenti sulla nostra pelle sono quasi sempre innocue. Nonostante ciò, dal punto di vista estetico rappresentano un vero disagio.

Ed è per questo che spesso ci ritroviamo a volercene disfare. Purtroppo però le verruche non sono facili da eliminare.

Ma chi brucia le verruche?

Troverai la risposta a questa ed altre domande continuando a leggere questo articolo.

Chi brucia le verruche?

In questo articolo approfondiremo la figura del dermatologo e cosa puoi effettivamente fare in casa per risolvere il problema delle verruche.

Pronti? Iniziamo!

Come si fa a togliere una verruca?

Per togliere una verruca è necessaria una visita specialistica. In particolare una visita dal dermatologo.

Esistono due tecniche principali per eliminare una verruca: il trattamento al laser e la crioessiccazione.

La crioessiccazione consiste nel bruciare la verruca utilizzando l’azoto liquido. La tecnica può essere un po’ dolorosa, ma molto efficace.

Nel laser, invece, si utilizza un raggio laser che brucia la verruca. Il metodo risulta essere molto preciso e totalmente sicuro.

Come la toglie la verruca il dermatologo?

Il dermatologo prima di effettuare la bruciatura, esaminerà la tipologia di verruca.

Se necessario, potrebbe prelevare un pezzo di campione per valutarne l’istologia. Ossia la natura delle cellule che la compongono.

Successivamente sarà il dermatologo a scegliere la tecnica più adatta. Lo specialista può optare per:

  • Utilizzo del laser
  • Crioessiccazione con azoto liquido
  • Asportazione chirurgica

Come si può togliere una verruca in casa?

Partiamo dal presupposto che togliere una verruca è molto difficile.

Innanzitutto non provare mai ad asportarla utilizzando forbicine, pinzette o altro tipo di strumentazione.

Potresti provare ad applicare una certa quantità di olio di ricino su una garza. Essa dovrà essere precedentemente riscaldata su un termosifone o al sole.

Successivamente va massaggiata la parte interessata dalla verruca per circa una mezz’ora.

Ripetendo l’operazione per due volte al giorno, potresti osservare dei miglioramenti nel giro di una o due settimane.

Come si fa a capire se si ha una verruca?

Le verruche a volte non sono facili da riconoscere. Possono addirittura passare del tutto inosservate.

Ad ogni modo possiamo dire che per riconoscere una verruca è necessario osservare i seguenti segni:

  • Superficie irregolare
  • Forma tondeggiante
  • Ispessimento dello strato corneo dell’epidermide
  • Sfumature colorate di giallo-grigio
  • Dolore se si esercita pressione sulla lesione.

Il mio medico – eliminare le verruche per sempre


Domande correlate

Come sono fatte le verruche?

Le verruche sono delle escrescenze della nostra pelle. La loro forma è quasi sempre sferica o semisferica.

Le verruche sono causate quasi sempre da un’infezione virale. In particolare dall’infezione del Papilloma Virus Umano, chiamato semplicemente HPV.

Possono presentare una colorazione variabile che va dal rosa, al giallo, fino ad un marroncino-grigiastro.

Quanto dura una verruca?

Nella stragrande maggioranza dei casi, le verruche vanno incontro a guarigione spontanea nell’arco di un paio di anni.

Nonostante queste, alcune di loro, possono persistere per periodi più lunghi o addirittura recidivare.

Il decorso clinico di questa affezione non è prevedibile. Inoltre la variabilità tra un paziente ed un altro risulta essere molto alta.

Come si toglie una verruca sulla mano?

Inizialmente la terapia si può basare sull’applicazione di creme o pomate. Queste sono molto utili per il trattamento delle verruche sulle mani, che risultano anche essere le più comuni.

L’azione topica delle creme è svolta spesso dall’acido salicilico, il collodio elastico o l’acido retinico.

Qualora la terapia farmacologica non portasse ai risultati sperati, è possibile optare per una terapia meccanico-fisica. Un esempio è la crioterapia, ossia l’essiccazione tramite l’utilizzo dell’azoto liquido.

Che succede se si rompe una verruca?

Quando si rompe una verruca, potrebbe fuoriuscire del sangue. Non c’è da preoccuparsi nel caso di rottura, ma bisogna stare accorti nel disinfettare la ferita ed evitare ulteriori lesioni.

È importante, poi, ricordare che la trasmissione non avviene a rottura della verruca. Infatti è possibile trasmettere l’HPV con il semplice contatto della verruca.

Il metodo più comune di trasmissione risulta essere tutt’oggi la stretta di mano.

Chi asporta le verruche?

L’asportazione delle verruche è una tecnica medica che dev’essere effettuata da personale qualificato.

Solitamente è il dermatologo ad occuparsi di tali operazioni. Questo perché la sua preparazione medica risulta essere la più adeguata per evitare cicatrici, complicazioni o errori.

Quanto costa far togliere un porro?

Il porro è un sinonimo utilizzato per definire la verruca comune.

Il costo dell’asportazione o bruciatura del porro dipende dalle dimensioni dello stesso e dalla tecnica che si utilizza.

Il costo della rimozione con il laser di un porro varia dai 150 ai 300 euro a seduta. Potrebbero essere richieste anche 3 o addirittura 4 sedute per eradicare completamente il porro.

Come si possono curare le verruche con l’acido salicilico?

L’acido salicilico è un componente presente in molte pomate e creme contro le verruche.

Di fatto si tratta di un farmaco cheratolitico di prima linea utilizzato per la guarigione delle verruche delle mani e dei piedi.

Solitamente ti viene raccomandato di applicare il prodotto direttamente sulla cute interessata per un paio di volte al giorno.

Cosa succede se non si toglie una verruca?

A lungo termine, nel giro di un paio di anni, la maggior parte delle verruche tende a scomparire autonomamente.

A volte però queste tendono ad espandersi verso l’interno e solitamente causano dolore. Questo, per quanto riguarda le verruche ai piedi, avviene quando ci si cammina sopra.

Per quanto riguarda, invece, le verruche plantari a mosaico, queste tendono a crescere rapidamente una vicino all’altra. Se asportate, tendono a recidivare.

Quali sono i rimedi della nonna per eliminare le verruche?

Tra i rimedi della nonna troviamo sicuramente l’aglio. Ti consiglio di applicare uno spicco d’aglio direttamente sulla verruca e coprire poi il tutto con una benda.

Risulta essere molto utile anche la buccia di banana. Puoi mettere la parte interna della buccia a contatto con la verruca e lasciarla per qualche ora.

Ti può anche essere utile il succo d’uva fresco. Applicato tre o quattro volte al giorno sulla parte interessata dalla verruca, può aiutare a stimolare la scomparsa.

Come si può togliere una verruca in modo naturale?

Per quanto concerne i rimedi naturali per togliere una verruca, ne esistono di diversi tipi.

I più consigliati sono:

  • Resina di propoli
  • Estratto di salicilato
  • Podofillina, una resina estratta dalla radice del Podophyllum Peltatum
  • Lattice presente nel fico

Quando cade la verruca?

Dopo circa un paio di settimane la verruca dovrebbe staccarsi da sola. Spesso ciò accade durante un bagno o un pediluvio, quando la pelle risulta ammorbidita.

Una volta staccatasi, al di sotto si trova la pelle sana.

Cosa fare in caso la verruca sanguini?

Qualora la verruca sanguini senza motivo alcuno, è il caso di rivolgersi ad un dottore.

Ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico qualora, anche, la pelle circostante alla verruca:

  • Faccia male
  • Sia rossa
  • Sanguini
  • Sia gonfia
  • Trasudi pus

Sebbene siano molto fastidiose, le verruche sono molto comuni nell’infanzia. Inoltre è molto difficile che provochino problemi gravi.

Quanto può essere profonda una verruca?

Le verruche si presentano come delle escrescenze la cui grandezza può variare da un millimetro ad un centimetro.

Principalmente sono localizzate sulle mani, sui piedi e sul viso. In particolare sulle mani sono localizzate nella zona prossima alle unghie.

Come si riconosce un occhio di pernice?

L’occhio di pernice si forma solo sui piedi e risulta essere molto simile ad un callo.

A differenza delle verruche, l’occhio di pernice compare a seguito di uno stimolo meccanico, come uno sfregamento continuo.

Come si presentano le verruche sotto i piedi?

Le verruche plantari si presentano come piccole escrescenze situate sulla pianta dei piedi. La pelle risulta essere ispessita e ruvida al tatto.

Anche il colore della pelle cambia, virando dal giallo fino al blu-grigiastro.

Spesso le verruche sotto i piedi provocano dolore e rendono difficoltosa la camminata.

Come si può usare l’acido salicilico per il calli?

Prima di applicare qualsiasi pomata o crema ti consiglio vivamente di fare un pediluvio caldo.

Il caldo ammorbidisce la pelle, permettendo di rimuovere parte della cute ispessita e riducendo la qualità del callo.

L’acido salicilico contenuto nelle creme o nelle pomate farà poi il suo lavoro di destrutturare il callo.

Come si possono eliminare i pori sulla pelle?

Per eliminare i pori sulla pelle si può utilizzare un metodo naturale e possibile da realizzare in casa.

Infatti basta creare una soluzione di acqua e aceto in parti uguali. Successivamente immergi un batuffolo di cotone e applicalo sui pori. Questo agirà come tonico e quindi, prima di risciacquare, tienilo per qualche minuto.

Anche il succo di limone è un ottimo astringente e, in questo caso, puoi lasciarlo agire per 10 minuti prima di risciacquare.

Come si può togliere un porro con un filo?

Un altro rimedio della nonna è quello di eliminare un porro utilizzando un filo di cotone o interdentale.

La tecnica è quello di strozzare il peduncolo, legandolo con il filo stesso. L’effetto è di tipo meccanico. 

Questo porta alla chiusura del capillare che alimenta l’escrescenza. Una volta fatto, basterà aspettare e attendere che il porro cada.


Fonti

Lascia un commento